CONDIVIDI

La tanto agognata vittoria per Valentino Rossi è giunta proprio sul tracciato di Misano, tappa del motomondiale molto sentita dai tifosi italiani e dal campione di Tavullia. Al termine del venerdì di prove libere sembrava un week-end tutto in salita per le Yamaha, ma già dal sabato la svolta si è vista nelle qualifiche. Poi un ‘segnale di fumo’ nel warm-up ha lasciato sognare il popolo di Valentino e, alla fine, il gradino più alto del podio…

“Qui la Yamaha aveva un piccolo vantaggio sulla Honda e lo abbiamo sfruttato – ha commentato il pesarese -. Grazie anche a un ottimo lavoro nei box, che sarà utile anche per le prossime gare. Pensavo di potere vincere, perché Marc era in leggera difficoltà, ma bisognava fare i conti con Lorenzo. Un po’ di pressione la sentivo, sarebbe bastato un piccolo errore per mandare tutto all’aria”.

Ma l’esperienza ventennale di Rossi l’ha fatta da padrona: “Ho fatto belle battaglie con Jorge e Marc, ma sapevo di potere tenere un migliore passo se avessi guidato io la corsa – ha aggiunto il pilota Yamaha -. Non mi sono accorto subito della caduta di Marquez, non sentivo più il rumore della sua moto alle mie spalle e poi ho visto la segnalazione dai box. Da quel momento è stato tutto più facile – ha concluso Vale -, ma avrei potuto vincere anche se non fosse caduto”.

 

 

 

Redazione

 

 

 

foto Twitter
foto Twitter