CONDIVIDI

Dopo i festeggiamenti a suon di canti e balli nipponici per la vittoria del secondo mondiale di fila, per Marc Marquez arriva il momento di fare un primo bilancio della stagione 2014. Il 21enne pilota spagnolo stenta a credere che sia successo davvero: “In realtà non me ne accorgo – dice ai giornalisti all’indomani della gara -. La cosa più importante è che mi sto godendo il momento, perché non so cosa accadrà domani. Abbiamo vinto un titolo e dobbiamo festeggiare, come facciamo sempre per ogni vittoria. E’ molto bello condividere tutto con il team”.

Sull’appuntamento di Motegi pendevano una serie di incognite, dopo gli errori commessi a Misano e Aragon, ma il campione della Honda è riuscito a fare centro: “La verità è che gli errori in queste ultime gare mi hanno fatto apprezzare di più questo Mondiale – spiega -, perché la prima parte della stagione è stato molto buona. Ho commesso un errore, forse causato da un eccesso di fiducia, sapendo che avevo un margine significativo. Le 10 vittorie mi hanno permesso il lusso di rischiare un po’ più del solito. Ma volevo vincere il titolo in casa della Honda”.

Un successo, quello di ieri, che premia tutti i progressi compiuti rispetto all’anno scorso. “Si tenta di migliorare in tutti gli aspetti, io ho saputo adattarmi meglio al pacchetto ‘moto-pilota’ – riconosce lo spagnolo -. Abbiamo sviluppato un telaio più incentrato sul mio stile di guida che mi ha aiutato a concentrarmi maggiormente sulla guida che non sulla moto”.

E ora che si è già assicurato il campionato, il finale della stagione appare tutto in discesa. “Nelle restanti gare penserò a divertirmi – assicura Marquez -. C’è un secondo posto da assegnare e tutti sono molto determinati. Io mi concentrerò per fare del mio meglio e gustarmi ogni gara”.

E quanto al prossimo anno, l’obiettivo è quello “di mantenere lo stesso livello, di migliorarmi: anche il team ti spinge a farlo”.

Redazione

Marc Marquez (Getty Images)
Marc Marquez (Getty Images)
Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori