CONDIVIDI
Livio Suppo
Livio Suppo (getty images)

Da oggi fino a venerdì si svolgono tre giorni di test sulla pista di Misano intitolata a Marco Simoncelli. Sul tracciato italiano scendono le Repsol Honda RC213V, le Ducati GP15, le Ducati 2014 del team Pramac e le Suzuki GSX-RR. Non vedremo dunque in azione le Yamaha ufficiali dei due piloti che in questo momento si stanno contendendo il titolo mondiale, ovvero Valentino Rossi e Jorge Lorenzo.

Livio Suppo, team manager della Honda, ha spiegato le novità che saranno introdotte in questi giorni e cosa invece rimarrà stabile rispetto all’attuale moto utilizzata: “La ciclistica è completamente nuova, mentre il motore è ancora quello attuale, in configurazione 2015 – si legge su gpone.com – E’ la base su cui verrà sviluppata la moto per il prossimo anno, questo è solo il primo test e ci servirà per capire se la direzione presa è quella giusta”.

Per quanto concerne il nuovo telaio si ipotizza che possa essere utilizzato nel finale di stagione, ma Livio Suppo in merito non si sbilancia: “E’ prematuro parlarne ora. I piloti lo devono ancora provare e anche nel caso lo volessero bisognerebbe capire se sia possibile avere ricambi sufficienti”. Oggi in pista il collaudatore Hiroshi Aoyama, domani i piloti ufficiali.

La Honda lavora per concludere la stagione 2015 alla grande dopo la doppietta del Sachsenring con Marc Marquez e Daniel Pedrosa in grado di regolare le Yamaha di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Ma si vogliono provare le novità di quella che sarà la nuova RC216V del 2016. Sicuramente c’è qualche rimpianto per le troppe cadute del campione del mondo in carica che gli hanno precluso la possibilità di essere ancora in lotta per il titolo. A suo dire la rimonta non è impossibile, ma è certamente difficile. Servirebbe un autentico disastro da parte dei piloti della casa di Iwata per rimettere Marc Marquez in corsa per il Mondiale. Nello sport può sempre succedere di tutto, per francamente ci sembra improbabile che ciò avvenga e soprattutto ad entrambi.