CONDIVIDI
Casey Stoner (getty images)
Casey Stoner (getty images)

 

 

La rivalità agonistica tra Valentino Rossi e Casey Stoner ha fatto storia e continua a rinfocolarsi anche a distanza di anni. A settembre arriverà anche in Italia la biografia di Casey Stoner, “Pushing the limits” (Oltre ogni limite), e già fioccano alcune anticipazioni scottanti. Come il periodo buio trascorso in Ducati dopo la vittoria del titolo nel 2007.

 
“Mentre ero via hanno offerto a Jorge Lorenzo un contratto per il doppio del denaro – ha scritto Stoner -. Mi avevano detto quando avevamo firmato per il 2009 e il 2010 che non avevano più soldi, nè per me nè per lo sviluppo ed improvvisamente potevano permettersi di sborsare così tanto per un altro pilota? Considerando quello che avevamo realizzato insieme, stentavo a crederci. Mi sono sentito pugnalato alle spalle dalla gente di cui mi fidavo – si legge in un’anticipazione su Motorionline.com – e che avrebbe dovuto fidarsi di me”.

Il problema di salute era legato al lattosio, ma in breve l’australiano riuscì a stabilizzarsi e tornare sul podio: “La domenica mattina nel warm up ero stato il più veloce, ma ancora non potevo essere sicuro della mia condizione esatta fino a quando non ho percorso l’intera distanza di gara. Ho continuato a martellare tempi sul giro – ha aggiunto Stoner -, il tutto mentre mi aspettavo di “morire” a metà gara, ma non è successo. Ho continuato a martellare tutta la gara ed ho portato a casa il secondo posto. Quella era una sensazione fantastica, davvero indescrivibile. Ero passato da una possibile carriera finita per sempre al fatto di poter tornare più forte che mai”, ha concluso l’ex pilota australiano vincitore di due titoli iridati nella classe regina.

 

 

Redazione

 

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori