CONDIVIDI
Getty Images

Michael Schumacher: Sabine Kehm svela il motivo del silenzio sulla sua salute.

Gli aggiornamenti sulla condizione di Michael Schumacher sono pochi e lontani tra loro e il suo manager ha rivelato il perché. Il sette volte campione di Formula Uno ha battuto la testa su una roccia mentre sciava con il figlio di 14 anni, Mick, sulle Alpi francesi, nel dicembre 2013.

Da allora i fan sono andati alla disperata ricerca di notizie sul tedesco brancolando nel vuoto. Parlando a una riunione nel marzo 2016, la manager di Schumacher Sabine Kehm ha spiegato il vero motivo per cui non sono mai state rilasciate informazioni sul suo stato di salute. “In generale i media non hanno mai riferito della vita privata di Michael e Corinna”, ha detto la portavoce.

“Quando era in Svizzera, per esempio, era chiaro che era un individuo riservato – riporta il ‘Mirror’ -. Una volta in una lunga discussione Michael mi ha detto: ‘Non hai bisogno di chiamarmi per l’anno prossimo, sto scomparendo.’ Penso che sia stato il suo sogno segreto poterlo fare un giorno. Ecco perché ora voglio ancora proteggere i suoi desideri e per questo non lascio uscire nulla”.

>>> Per tutte le news su Michael Schumacher LEGGI QUI <<<

L’ex capo di Schumacher alla Ferrari Jean Todt ha rivelato che visita il campione tedesco una o due volte al mese. All’inizio dell’anno, “parenti stretti” avrebbe riferito alla rivista francese “Paris Match”: “Quando lo metti sulla sua sedia a rotelle di fronte al bellissimo panorama delle montagne che si affacciano sul lago, Michael a volte piange”.

Schumacher attualmente vive nella città di Gland, con vista sul lago di Ginevra. E Todt è un visitatore abituale della loro casa, vedendo il suo amico intimo “almeno due volte al mese”. Ha detto al Times: “Amo Michael, vedo la sua famiglia, vorrei che la situazione fosse diversa… Quando le persone mi chiedono qual è il mio ricordo migliore, direi Suzuka nel 2000. Michael era il campione del mondo dopo 21 anni”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori