CONDIVIDI
Getty Images

Formula 1, Michael Schumacher: intervista inedita prima dell’incidente.

La famiglia di Michael Schumacher ha pubblicato un’intervista del pilota registrata il 30 ottobre 2013, poche settimane prima dell’incidente sugli sci che gli ha causato gravi lesioni. Da cinque anni la famiglia ha taciuto sul suo stato di salute e questa volta hanno deciso di romperlo per festeggiare il 50° compleanno del tedesco che sarà il prossimo 3 gennaio.

In questa intervista, il sette volte campione del mondo ha risposto alle domande che i fan gli hanno lanciato. ‘Schumi’ ha risposto alle domande sui suoi rivali più forti, che rispetta di più, il suo idolo da bambino, il suo titolo speciale o il karting.

>> Per tutte le info su Michael Schumacher LEGGI QUI <<<

Schumacher, il Mondiale del 2000 e l’amico Hakkinen

Schumacher considera il suo primo titolo con la Ferrari come il più speciale per ciò che significava per il marchio e per lui. “Il Gran Premio più emozionante è stato senza dubbio quello di Suzuka nel 2000 con la Ferrari. Dopo 21 anni senza mondiale per la Ferrari e quattro anni per me senza successo, alla fine ho vinto la gara, una stagione eccezionale e ho vinto il campionato”.

Alla domanda su quale pilota rispetti di più, il tedesco ha assicurato che Häkkinen è uno dei compagni con cui ha avuto il miglior rapporto, non solo in pista, ma anche al di fuori: “Il ragazzo che ho rispettato di più in questi anni è Mika Häkkinen per le grandi battaglie e una relazione privata molto stabile”, ha detto il campione. Michael Schumacher parlava anche del suo idolo della sua infanzia, anche se non era un pilota di Formula 1. “Quando ero bambino, nella mia era del karting ho visto Ayrton Senna o Vincenzo Sospiri, che ho ammirato molto perché era un buon pilota, ma il mio vero idolo era Toni Schumacher perché era un grande calciatore”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori