CONDIVIDI
Tweet Mercedes (Twitter)

Tira una strana aria in Formula 1. La sfida tra Ferrari e Mercedes tira fuori sensazioni di vecchia data. Dopo l’improvviso ritorno tra i grandi da parte del Cavallino Rampante nella passata stagione, la sensazione è che in questo 2018 la lotta sarà ancora più serrata.

Ferrari contro Mercedes e viceversa, una storia che fa battere i cuori a tutti gli appassionati. Soprattutto però sarà Vettel contro Hamilton, con buona pace di Bottas e Raikkonen, che dovranno accontentarsi dei buchi lasciati dai due mastini. La memoria così cavalca veloce, verso terre lontane e richiama immagini che paragonate a quelle odierne a qualcuno potrebbero addirittura sembrare blasfeme.

Si perché questo duello di 4 titoli mondiali contro 4 non può non richiamare alla mente Senna e Prost, con buona pace di chi troverà il paragone azzardato. La sfida è sul filo dei millesimi proprio come all’epoca ed Hamilton e Vettel proprio come quei due là non si risparmieranno nemmeno per un secondo e se le daranno di santa ragione sino all’ultima curva quando un solo pilota potrà alzare le braccia al cielo afferrando Fangio e guardando il quasi inarrivabile Schumacher a 7 mondiali.

Una battaglia pacifica

La sfida però è anche tra marchi e Ferrari e Mercedes hanno deciso di presentare le proprie vetture nello stesso giorno. I tedeschi hanno anticipato mettendo in mostra la propria monoposto di buon mattino. Da Maranello, invece, hanno preferito fare il tutto dopo pranzo.

Mercedes però, giusto per far capire quanto è tesa la sfida, ha subito regalato un curioso Tweet. Nel post c’è una foto con uno schermo in cui si vede la presentazione Ferrari, di riflesso si possono vedere chiaramente gli uomini di Stoccarda che stanno scrutando lo schermo e sopra lo scatto il messaggio: “Non credevi che ce la saremmo persa vero Ferrari? Un grosso saluto ai nostri amici italiani che oggi lanciano anche loro la vettura 2018″.

Insomma, poche frasi semplici, che offrono la dimensione di una sfida, che sembra già entrata nel vivo. Da sottolineare però il clima che c’è tra i due team. Un rapporto disteso e amichevole, lontano parente di quello visto tra McLaren e Ferrari all’inizio degli anni 2000. In poche parole una sfida accesa, ma con la massima sportività e quindi bando alle ciance, si accendono i semafori, che vinca pure il migliore.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori