CONDIVIDI
Zak Brown (©Getty Images)

L’accordo McLaren-Renault spiana la strada a nuovi colori, nuovi sponsor e nuovi traguardi per la scuderia di Woking. Dal prossimo anno la McLaren potrebbe optare per la storica livrea “papaya orange”, a grandissima richiesta dei tifosi che hanno sognato ad occhi aperti nel vedere Fernando Alonso con una monoposto color arancione alla Indy 500.

Il colore finale sarà stabilito anche un base alle richieste dei sponsor e nelle prossime settimane sarà messo nero su bianco. Ma il direttore esecutivo della McLaren, Zak Brown, preannuncia un possibile cambiamento. “Stiamo cominciando a dare un’occhiata ai disegni di auto adesso. Penso che i tifosi vogliono che passiamo all’arancione papaya… quindi stiamo aspettando alcune decisioni degli sponsor che possono anche decidere il design”. Almeno fino ad un certo punto.

Brown si dice ottimista per l’arrivo di nuovi sponsor per il 2018, ma resta in dubbio la possibilità di un title sponsor. Più probabile, invece, la presenza di due sponsor importanti. “Abbiamo molto spazio sulla nostra auto per i partner”, ha spiegato il boss McLaren. “Sono molto incoraggiato con l’attività che abbiamo intrapreso e vorrei sicuramente anticipare alcuni nuovi partner che saliranno a bordo l’anno prossimo”. Per il momento regna massimo riserbo. “Stiamo lavorando, ma dobbiamo prendere una decisione entro l’1 dicembre”.

Dopo l’addio della Honda nelle casse della scuderia britannica verranno meno grandi capitali. Anche se Brown assicura di avere attualmente un sacco di soldi sul conto bancario, la maggior parte sono obbligazioni, perciò i soldi devono essere rimborsati per qualche tempo. Così Brown è ora alla ricerca di nuove risorse. E con l’ingresso di Renault e l’innesto di maggior fiducia tutto dovrebbe risultare più semplice…

 

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori