CONDIVIDI
Max Verstappen (Getty Images)

F1 | Max Verstappen: “Se mi chiedete degli errori vi do una testata”

Max Verstappen è in un momento davvero particolare della sua carriera. Nel 2017 la Red Bull in seguito al rinnovo gli aveva di fatto conferito le chiavi di capo squadra, pochi mesi dopo però le cose sono letteralmente cambiate. Ora, invece, a vestire i gradi di capitano ci sta pensando Ricciardo.

L’australiano ha già portato a casa ben 2 successi, mentre Max Verstappen può vantare solo il  3° posto in Spagna e una serie di errori commessi con contatti con altri piloti e barriere che ne hanno inficiato irreversibilmente le prestazioni.

Verstappen non drammatizza

Come riportato da “Motorsport.com”, oggi durante la conferenza stampa il pilota olandese incalzato sui suoi tanti errori ha così dichiarato: “Sono stanco, il prossimo che me lo chiede gli do una testata. Tutti dicono che dovrei cambiare il mio approccio, ma non cambierò perché è quello che mi ha portato sino a qui. Penso solo a me stesso, non ascolto più queste cose”.

Max Verstappen ha poi continuato: “Naturalmente le cose non sono andate come speravo, ho fatto alcuni errori, in particolare in Cina e a Monaco, ma non ha senso continuare a parlarne perché sono davvero stanco di ciò. Sembra quasi che non abbiate domande migliori da fare che non chiedermi di quello che ho fatto nel weekend precedente”.

Infine il driver della Red Bull ha così concluso: “Sono fiducioso di poter cambiare le cose. Sono sempre stato veloce in ogni weekend e il vero problema sarebbe il contrario. Credo che solo due incidenti siano colpa mia, nel 2016 ne avevo avuti 3. Ovviamente non ho potuto fare i punti che erano alla mia portata, ma non è solo colpa mia. Le cose potevano andare meglio, ma state rendendo le cose drammatiche”.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori