CONDIVIDI
Felipe Massa (©Getty Images)

Mentre ancora si attende la risposta definitiva sul nome del pilota che nel 2018 affiancherà il teenager Lance Stroll al volante della Williams, Felipe Massa, richiamato alle armi a fine 2016, ad appena qualche giorno di distanza dell’annunciato ritiro, per sostituire Valtteri Bottas, e ora invitato a starsene a casa per cedere il posto ad altri, ha deciso di vuotare il sacco. Sarà perché infastidito dall’atteggiamento riservato nei suoi confronti dalla dirigenza di Grove, ma il brasiliano nel corso di un intervista a Motorsport.com ha in pratica sbugiardato il team britannico accusandolo di andare a caccia di soldi e non di talenti.

La strada che stanno seguendo è meramente finanziaria, il che include pure la mossa Kubica (ndr. il suo ingaggio sarebbe un bel colpo in termini di marketing), tuttavia se al suo posto arrivasse un altro più ricco non mi sorprenderebbe. Detto ciò non so cosa accadrà, anche perché non sto più seguendo la squadra. I miei pensieri sono altrove. Al presente e la F1 non è più al centro di tutto”, il secco commento del vice iridato 2008.

Il futuro

A questo proposito il driver di San Paolo ha commentato le voci che lo vorrebbero presto debuttante in Formula E. “Ho già scambiato quattro chiacchiere con alcune scuderie e altre persone interne, però siamo soltanto all’inizio. Al momento non c’è nulla di vicino alla chiusura. Però credo che quando avverrà sarà tutto molto veloce”, ha spiegato. Infine facendo il punto di una carriera nel Circus partita nel 2002 Massa ha considerato: “L’unica cosa che mi è mancata è vincere un mondiale. Sarò ricordato come il brasiliano che l’ha sfiorato ma non ci è riuscito, tuttavia sono soddisfatto. Penso di aver ottenuto più delle attese e di aver realizzato i miei sogni”, ha terminato con un pizzico di rammarico.

Chiara Rainis