CONDIVIDI
Luca Filippi (Getty Images)

Formula E | Luca Filippi entusiasta dell’ePrix di Roma

Roma con il suo primo ePrix ha offerto uno spettacolo straordinario ai tanti tifosi accorsi da ogni parte del mondo. A trionfare ci ha pensato il britannico Sam Bird. Solo 13°, invece, il beniamino di casa Luca Filippi, che a causa di una qualifica non esaltante si è dovuto accontentare durante la gara di stazionare a metà classifica.

Noi di tuttomotoriweb.com, eravamo presenti all’evento e a fine gara abbiamo parlato con Luca Filippi e gli abbiamo chiesto alcune impressioni su questa sua prima esperienza tra le curve romane.

A tuo avviso i piloti di F1 in questa categoria farebbero subito la differenza?

Secondo me farebbero bene. Tutti i piloti di F1 sono ottimi driver, dei campioni assoluti. Avrebbero bisogno tutti quanti, a mio avviso, di un periodo di rodaggio, perché è una categoria molto particolare, unica. Ad esempio Vergne, che è un pilota molto bravo, che viene dalla F1 ci ha messo metà stagione per capire comunque la categoria. Credo che anche altri come lui potrebbero avere un approccio simile. Gli altri della F1, invece, sono qui dalla prima stagione quindi non fanno testo.

Avresti dei suggerimenti per migliorare questa pista?

Sinceramente no, è soddisfacente da ogni punto di vista. Sono molto contento. Noi in Italia siamo sempre stati un po’ la culla del motorsport.

Quale sarà il tuo futuro in questa Formula E?

Io ho già un contratto con questo team, quindi il mio futuro a breve termine è qui.

Antonio Russo