CONDIVIDI
Targa Florio (Getty Images)

La Targa Florio è una delle gare automobilistiche più antiche al mondo. Con la Mille Miglia condivide il primato di corsa italiana più famosa nel mondo. Fondata nel 1906 fu soppressa nel 1977. Gli ultimi a vincerla furono due italiani: Raffaele Restivo e Alfonso Merendino. In tutto sono state 61 le edizioni disputate.

La Targa Florio è stata voluta, creata e finanziata dal palermitano Vincenzo Florio. Negli anni i grandi costruttori hanno utilizzato le proprie vittorie in tale manifestazione per pubblicizzare le proprie vetture.

Dal ’77 la Targa Florio non è più la stessa

Alla Targa Florio è legato anche una curiosa situazione legata alla cabala. Giunta all’edizione numero 17, arrivò la morte del conte Giulio Masetti, che uscì di pista al 1° giro con la sua Delage. La vettura del conte era contrassegnata con il numero 13, da quel giorno tale numero non è mai più stato assegnato in gare automobilistiche sia in Italia che all’estero con l’unica eccezione della Lotus di Maldonado in Formula 1.

La fine della Targa Florio arrivò nel 1977, così come avvenuta per la Mille Miglia, a causa di un terribile incidente che coinvolse anche il pubblico. Dal 1978 è nato il Rally Targa Florio, che ha mantenuto la propria numerazione pur snaturando la corsa originale.

Nell’Albo d’Oro la Porsche è l’auto più vincente nella storia della Targa Florio, alle sue spalle Alfa Romeo e Ferrari. Secondo il mensile Sicilia Motori, l’Aci avrebbe messo in vendita la storica corsa. Un advisor si occuperà di stabilire il valore del marchio oggi di proprietà dell’Automobile Club di Palermo.

Antonio Russo