CONDIVIDI
Griglia partenza GP Silverstone F1 (©Getty Images)

F1 | Il Circus potrebbe schierare 3 auto a scuderia

Ogni tanto l’argomento delle 3 monoposto a squadra si rifà sentire. In passato era stato per arginare la fuoriuscita dei team piccoli, quelli mangiati dalla crisi finanziaria, quelli alla Caterham o alla Marussia/Manor,per capirci, finiti entrambi in amministrazione controllata per via del crollo economico. Adesso invece le motivazioni non si sa bene quali potrebbero essere visto che in teoria Williams, Force India e Sauber, non sono messi così male, ma questa sembra essere la direzione. Una strada che porterebbe portare la F1 a diventare sempre più proprietà dei grossi costruttori, un Circus per ricchi ancora più esclusivo di quello attuale.

A far tornare in auge il tema è stato Pat Symonds, ex direttore tecnico a Grove e spalla importante di Flavio Briatore negli dello scandalo di Singapore, il quale nella nuova veste di uomo FIA ha ipotizzato lo schieramento di 3 vetture a scuderia sulla griglia di partenza. Secondo il regolamento sportivo ogni squadra ad oggi non può preparare più di due monoposto, ma per l’inglese la possibilità di aumentare il quantitativo di una unità meriterebbe comunque una riflessione.

“Non ne abbiamo ancora discusso”, ha dichiarato l’ingegnere a Racefans.net. “Ma dovremmo iniziare a parlarne e probabilmente se ne dibatterà in occasione della prossima riunione del Gruppo Strategico“.

Dopo aver ipotizzato una starting grid a 3 vetture anziché 2 per animare le fasi di partenze dei GP, ecco dunque farsi avanti la chance di avere tre Ferrari, tre Mercedes, tre Red Bull e tre McLaren. “Credo sarebbe importante riflettere sul numero ideale delle auto da portare sullo schieramento e porsi la domanda, occorre incentivare l’ingresso di più equipe, oppure autorizzare i presenti a incrementare le loro macchine?“, ha ha puntualizzato Symonds.

L’ultima volta che si era assistito ad una gara con tre vetture con gli stessi colori era stato il GP di Germania del 1985. Allora la Renault aveva affiancato François Hesnault ai due piloti ufficiali Derek Warwick e Patrick Tambay.

Chiara Rainis