CONDIVIDI
Mercedes, Valtteri Bottas, Carmen Larbalestier e Lewis Hamilton, Mercedes (©Getty Images)

Modena 6:30 del mattino. Strade deserte. Tutto tranquillo. La luce del giorno che lentamente prende il posto del buio notturno. Un circuito, quello di Frazione Marzaglia, nel completo silenzio e senza azione. Quindi un garage. Un telo rosso. Il profilo di una macchina sportiva. Sarà una Ferrari? Beh, lo si scopre poco dopo. Accesi i fari, fatto volare i velo scopriamo il colore. E’ verde. E quindi il marchio. Mercedes. Precisamente una GTR.

Un sacrilegio per i fanatici puristi, un omaggio un po’ ruffiano agli avversari per chi vuole leggerla in maniera positiva. In qualunque modo la si prenda così è come la scuderia di Stoccarda ha voluto festeggiare l’ennesimo anno trionfale. Un video celebrativo di 1 minuto e 16 a casa del nemico impreziosito da una conclusione da film. Concluso il giro di pista con Lewis Hamilton al volante, accompagnato da un dolce pianoforte, lo stacco sul telo rosso e sulla verdona di passaggio davanti alla storica fabbrica di Maranello. Quindi il primo piano di un iconico cavallo e di nuovo su per le vie della campagna emiliana, con il messaggio finale: “Il valore di una vittoria è nella grandezza degli avversari”.

Il 2017 d’argento

Dopo un intenso duello con la Ferrari da inizio stagione la Mercedes ha chiuso la partita per la classifica costruttori in occasione del GP del Texas. Diversamente per la coppa pilota la sfida è proseguita fino al Messico, quando una gara decisa al via a causa dell’incidente alla curva 1, ha laureato campione Ham, seppure soltanto nono al traguardo. Quando mancano solo due appuntamenti al termine, ossia Brasile e Abu Dhabi, il britannico delle Frecce d’Argento vanta finora 9 successi di “tappa” e un margine su Sebastian Vettel di 56 punti. Tra le marche la Casa della Stella a 3 punte è invece al top con 140 lunghezze sulla Rossa

Chiara Rainis