CONDIVIDI
f1 Azerbaijan (©Getty Images)

Il Consiglio Mondiale del Motorsport ha ratificato le decisioni prese dalla F1 Commission in occasione del meeting di lunedì 30 aprile. In pratica è stato dato il via libera pacchetto di norme studiate dal delegato tecnico federale Nicholas Tombazis per migliorare i sorpassi e ridurre i costi proprio nell’ultimo giorno a disposizione per far bastare la maggioranza e non dover richiedere l’unanimità della votazione.

Le novità

Come previsto gran parte dei provvedimenti riguardano la parte anteriore dell’auto, nello specifico verrà introdotta un’ala semplificata, la brake duct che dovrà essere priva di elementi aerodinamici. Per quanto concerne invece l’alettone, questo dovrà avere una corda e un’altezza diversa in modo da rendere più efficace l’uso del DRS.

“A seguito di una presentazione fatta ai team in occasione del GP del Bahrain, per incrementare lo show e le manovre, il Gruppo Strategico, la F1 Commission e il Consiglio Mondiale hanno approvato il 30 aprile una serie di modifiche alle normative per la stagione 2019”, si legge sul comunicato ufficiale.

“Il voto segue un intenso periodo di ricerca sulla base delle proposte iniziali fatte della FIA e successivamente portate avanti con il supporto del titolare dei diritti commerciali della F1 e dalla maggior parte delle scuderie iscritte. Questi studi hanno evidenziato che i cambiamenti dovrebbero avere un impatto positivo sui sorpassi già dal prossimo campionato in attesa dell’ok al regolamento per il 2021″.

“Infatti, oltre a queste modifiche, la Federazione sta valutando una serie di altre misure volte a incoraggiare gare con macchine più vicine in modo da avere più possibilità di duelli ravvicinati”, la puntualizzazione.

Il beneficio delle novità appena approvate sarà essenzialmente uno dal punto di vista sportivo:le monoposto che sono in scia ad un’altra macchina saranno meno penalizzate dalla perdita di carico aerodinamico e  potranno tentare un attacco in staccata.

In secondo luogo c’è l’aspetto della riduzione della spesa, visto che stiamo parlando di elementi del veicolo meno elaborati rispetto agli attuali.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori