CONDIVIDI
Città di Miami  (©Getty Images)

Manca soltanto la firma che dovrebbe arrivare la prossima settimana, ma sembra ormai fatta per la F1 a Miami. Dopo una lunga ricerca da parte di Liberty Media che sin dal suo insediamento ai vertici del Circus aveva manifestato l’interesse a trovare almeno una seconda location negli Stati Uniti, la principale città della Florida è apparsa l’opzione migliore, rispetto alle varie Los Angeles, Las Vegas e New York, anch’esse prese in considerazione. Addirittura, alcuni rappresentanti della massima serie a ruote scoperte, in compagnia del sindaco Francis Suarez avrebbero già individuato l’area di sviluppo del tracciato, ossia tra  l’American Airlines Arena e la Biscayne Boulevard.

Fra pochi giorni, come detto, la City Commission metterà al voto la proposta in modo da iniziare subito le negoziazioni per far inserire il circuito americano nel calendario a partire dal 2019.“Le gare di F1 hanno un appeal globale e così Miami“, ha dichiarato il direttore delle comunicazioni della metropoli Eugene Ramirez.

Secondo quanto riportato dall’olandese Ziggo Sports Tv, il round a stelle e strisce  potrebbe sostituire l’Azerbaijan.

Nelle ultime ore la Commissione della Città ha fatto un passo avanti aggiungendo il tema nel suo ordine del giorno. In caso di approvazione, la F1 vi approderà a partire dal prossimo anno“, ha affermato in un comunicato ufficiale il direttore delle operazioni commerciali Sean Bratches. “Apprezziamo l’interesse dimostrato ad ospitare un round della nostra categoria e non vediamo l’ora di lavorare con i responsabili locali e gli azionisti per portare in vita questa visione. Con oltre mezzo miliardo di tifosi sparsi in tutto il mondo, il Circus è uno dei più grandi spettacoli del pianeta e Miami è riconosciuta ovunque come una località iconica e glamour, inoltre possiede una robusta infrastruttura turistica. Ecco perché siamo convinti che sia la destinazione perfetta per gli appassionati”.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori