CONDIVIDI
Robert Kubica (Getty Images)

Robert Kubica, salvo clamorose novità dell’ultim’ora, non correrà in Formula 1 nella prossima stagione. La favola del polacco si spezza prima ancora di cominciare. Al suo posto, infatti, la Williams ha scelto Sergey Sirotkin. Il russo è stato campione europeo di Formula Abarth nel 2011 e nell’ultimo anno ha collaborato con la Renault in Formula 1.

Secondo quanto riportato da “Sky Sport”, infatti, Robert Kubica sarebbe stato appiedato dalla Williams per la sua scarsa dote economica nel diretto confronto con il giovane russo. Per carità Sirotkin è sicuramente un pilota valido e sarebbe arrivato in ogni caso in Formula 1, ma è molto triste vedere che questo sport ha deciso di rincorrere i soldi piuttosto che il talento.

Prima di Sirotkin era toccato a Stroll

Nella chiusura della trattativa avrebbe avuto un grande peso il supporto del gruppo bancario SMP, sponsor del ragazzo, che avrebbe foraggiato le casse della Williams pur di far approdare in Formula 1 Sirotkin.

Sembrano davvero lontanissimi gli anni in cui gente come Alonso e Raikkonen arrivavano in Formula 1 grazie al sacrificio dei propri genitori, facendosi notare dai grandi team per il talento e non certo per il portafogli pieno. Già l’anno scorso avevamo assistito all’ingaggio di Lance Stroll da parte proprio della Williams grazie all’aiuto economico del facoltoso padre Lawrence.

Insomma, questa Formula 1 sembra essersi persa per qualche spicciolo, dimenticando, che in fondo in fondo è il vero talento a portare soldi e non viceversa. Un pilota bravo porta la macchina al limite e porta a casa punti mondiale che si tramutano in soldi.

In pratica i team non scommettono più sul talento per costruire futuri campioni, ma preferiscono accontentarsi della mazzetta del momento per scegliere un pilota piuttosto che un altro. Non possiamo dire con assoluta certezza chi tra Robert Kubica e Sirotkin sarebbe stato il miglior pilota per la Williams, ma di una cosa siamo certi, sarebbe stato bello che la scelta ricadesse su uno dei due in base a quanto dichiarato dal cronometro e non certo dal peso dell’assegno portato in mano.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori