CONDIVIDI
Jean Todt (©Getty Images)

Al contrario del responsabile sportivo Liberty Media Ross Brawn il quale più volte ha dichiarato di avere la Ferrari nel cuore e di temere di non vederla più in griglia, il Presidente della FIA Jean Todt, come l’ingegnere mancuniano vecchia conoscenza del box rosso in epoca Schumacher, ha invece liquidato la faccenda minacce l’addio in caso di ok al budget cap e alla standardizzazione di alcune componenti del motore per il 2021, con un “quella è la porta, prego”.

Se se andranno sarà una loro scelta. Sono liberi di farlo. Anche se la mia speranza è diversa, potrebbe sempre succedere. Ho visto uscire grandi Case e le ho viste tornare indietro. Sta a loro decidere cosa fare”, le sue parole pronunciate nel corso di un meeting tenutosi a Londra e riportate da Motorsport.com. Appena rieletto ai vertici della Federazione il francese ha altresì ipotizzato l’abolizione di un potere extra posseduto dalla Scuderia dal lontano 1980, ossia quello di porre un veto alle regole. “Il diritto era stato concesso a Maranello quando ancora era vivo Enzo Ferrari e ed era l’unico team a costruirsi in proprio telaio e motore, mentre tutti gli altri avevano propulsori Ford. In quel momento si era voluta dare l’opportunità di opposizione alle proposte per proteggere quanto stavano facendo. Personalmente penso però che i tempi siano cambiati. Quindi non sono favorevole al fatto che questo beneficio rimanga in mano al Cavallino“.

Seppur fermamente contrario a qualsiasi favoritismo circa i regolamenti, il 72enne ha ribadito invece il proprio sostegno ad una “paghetta maggiorata” nel confronti della squadra più storica e seguita della F1. “E’ normale che Leonardo Di Caprio prenda più soldi di un attore che recita nelle serie TV? Sì, è normale, quinti, ancora una volta, questa è la vita. Più sei bravo e hai attrattiva, più soldi dovresti prendere”, ha spiegato per mezzo di una metafora hollywoodiana. “E’ giusto che la Rossa guadagni di più, soprattutto ora che sta ottenendo risultati ragguardevoli”.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori