CONDIVIDI
Robert Wickens (©YouTube)

IndyCar | Wickens fuori pericolo dopo il drammatico incidente

Robert Wickens, sfortunato protagonista di un terribile incidente mentre stava affrontando il sesto giro della gara di IndyCar sul circuito di Pocono, può tirare un sospiro di sollievo.

Il canadese del team Schmidt-Peterson era entrato in contatto con la monoposto di Ryan Hunter-Reay  finendo contro le barriere ad alta velocità. Un impatto talmente violento da distruggere la sua Dallara, eccetto la cellula di sopravvivenza che di fatto gli ha salvato la vita. Per lui però diverse fratture, in particolare  al braccio destro e alla spina dorsale, oltre ad una contusione polmonare.

L’intervento di stabilizzazione

Il 29enne è stato trasportato al Lehigh Valley Hospital, vicino ad Allentown, in cui gli sono stati effettuati i primi esami ed è stato stilato il primo bollettino medico che ha immediatamente fatto emergere la criticità delle sue condizioni.

Nel corso delle ultime ore è quindi stato sottoposto a una risonanza magnetica e i medici che lo hanno preso in cura hanno deciso di operarlo per ridurre le fratture alla spina dorsale.

L’ultimo comunicato sulle condizioni del driver di Toronto è stato diffuso lunedì sera e riporta: “Il pilota del team Schmidt Peterson Motorsports, Robert Wickens, continuerà ad essere curato al Lehigh Valley Hospital – Cedar Crest dopo le fratture subite in un incidente avvenuto nel corso della ABC SUpply 500 al Pocono Raceway la scorsa domenica”.

“Wickens è stato sottoposto a una risonanza magnetica che ha evidenziato come la soluzione ideale per ridurre le fratture sia operarlo chirurgicamente alla spina dorsale, che ha riportato danni nell’incidente. Robert è stato operato nel corso della nottata(italiana). Ulteriori informazioni sullo stato di salute del pilota saranno divulgate quando saranno disponibili”.

Il tracciato di Pocono non è la prima volta che si trova ad essere teatro di crash spaventosi. E’ proprio in Pennsylvania che nell’agosto 2015 morì l’ex F1 Justin Wilson.