CONDIVIDI
Lewis Hamilton (Getty Images)

Una notizia incredibile ha sconquassato la giornata di Lewis Hamilton. A quanto pare, infatti, i meccanici del britannico nella giornata di ieri, nel lasciare il paddock sarebbero stati raggiungi da alcuni colpi di pistola, che fortunatamente non avrebbero fatto alcuna vittima però. Il 4 volte campione del mondo però è letteralmente furibondo.

Lewis Hamilton, infatti, ha deciso di affidare la propria collera poco fa a Twitter con due post davvero polemici. Nel primo, quello più lungo, il britannico afferma: “Alcune persone del mio team, nel lasciare il circuito del Brasile ieri, sono state tenute sotto scacco da colpi di pistola. Sono stati sparati dei colpi sopra le loro teste. Questo è davvero sconvolgente. Fate una preghiera per i miei ragazzi, che da professionisti quali sono oggi sono qui a lavorare nonostante siano scossi”.

GP del Brasile a rischio?

Insomma a quanto pare non tira certa una bella aria in Brasile, un Gran Premio spesso con enormi problemi economici, tenuto in piedi soprattutto grazie a Bernie Ecclestone, che si è sempre impegnato in prima persona per lasciare in calendario il GP. Chissà che questa non possa essere un’altra spallata pesante per questo circuito.

Lewis Hamilton, infatti, nel secondo tweet ha poi affermato: “Questo accade ogni anno qui. La Formula 1 e i team devono fare di più, non ci sono più scuse”. Insomma il britannico è decisamente indispettito da una situazione che si sta facendo davvero insostenibile per i suoi meccanici.

Certo alla luce anche di queste novità e dei buchi di bilancio che permangono e della voglia della F1 di aprirsi a nuovi orizzonti, Liberty Media potrebbe seriamente pensare di mollare il Brasile.

Antonio Russo