CONDIVIDI
Michael Schuamcher e Mika Hakkinen (Getty Images)

F1 | Hakkinen: “Michael Schumacher pronto anche ad infrangere le regole”

Mika Hakkinen e Michael Schumacher hanno dato vita a duelli mozzafiato sul crepuscolo degli anni ’90. Il finlandese è stato forse l’unico pilota in grado di tenere testa al fuoriclasse tedesco, ma nel 2001, al termine di una stagione poco esaltante decise di chiudere anzitempo la propria carriera con all’attivo: 2 mondiali, 20 vittorie, 51 podi e 26 pole.

Al sito ufficiale della F1, Hakkinen ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in merito a quel periodo: “Quando correvo nei kart pensavo che fosse forte, ma non ho mai pensato che lui fosse migliore di me. Abbiamo sempre avuto battaglie corrette e sentivo che Michael si divertiva. Forse però erano più corrette dal mio punto di vista. Michael era disposto anche ad infrangere le regole per vincere il mondiale”.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti su Michael Schumacher CLICCA QUI

Hakkinen: “Felice di vederlo negli specchietti”

Il finlandese ha poi continuato: “A Spa nel 2000 ero davvero molto arrabbiato con lui sono andato da lui e gli ho spiegato che quel tipo di manovra non era corretta, lui mi ha guardato e mi ha detto che queste erano le gare. Lui era sicuramente al limite del regolamento. Noi eravamo entrambi veloci e sapevamo che a turno avremmo vinto. Non era importante quello che dicevamo in pubblico. Non abbiamo mai cominciato quel tipo di gioco con i media”.

Infine Hakkinen parlando di Michael Schumacher ha così concluso: “Se la macchina aveva un problema lui sapeva spingere la quadra a trovare una soluzione. Non importava l’auto, lui avrebbe comunque attaccato. Correre insieme non sarebbe stato un problema, sarebbe stato fantastico, ma non so come sarebbe funzionato. Credo che il team si sarebbe diviso a metà tra noi due. Credo che qualche problema ci sarebbe stato. Sicuramente quando correvo ero contento di vederlo nei miei specchietti”.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori