CONDIVIDI
Niki Lauda (©Getty Images)

Niki Lauda, presidente non esecutivo di Mercedes AMG F1, invita Liberty Media a rivedere la decisione di abolire le grid girls dalla griglia di partenza. Una decisione che ritiene “stupida” e “contro le donne”.

Contro il parere delle “big woman” Claire Williams e Susie Wolff, il tre volte iridato alza la sua voce a favore delle hostess: “Questa è una decisione contro le donne”, ha detto Lauda al quotidiano austriaco Der Standard. “Gli uomini hanno preso la decisione sulle donne, questo non sta facendo alcun favore alla F1 e, soprattutto, non alle donne: si può essere essere così stupidi? Sono pazzi?”.

Una tradizione che andava avanti da decenni cancellata in un sol’ colpo, senza tastare il parere di fan e addetti ai lavori. Niki spera che l’organizzatore torni indietro sulla sua scelta: “Spero che ci sia un modo per invertire la decisione, non mi dispiacerebbe vedere i ragazzi della griglia accanto alle ragazze della griglia, perché no?”.

L’austriaco ritiene che le grid girls siano una parte essenziale dello spettacolo del Circus. Del resto lo sport americano non farebbe mai a meno delle ragazze immagine, si pensi al basket e al baseball per esempio. “Se continui su questa strada, non ci saranno più cheerleaders in America”.

Liberty Media ha deciso però di voltar pagine e iniziare una nuova era della Formula 1, con un nuovo logo, un nuovo pacchetto per la TV, nuovi orari e presto potrebbe esordire anche una rivisitazione del regolamento tecnico. Non a caso Ferrari ha minacciato più volte di abbandonare la categoria. Forse qualcuno sta già rimpiangendo il caro e buon vecchio Bernie Ecclestone?

Luigi Ciamburro