CONDIVIDI
Grid Girl Russia 2017 (©Getty Images)

Se in molti Paesi europei ed extra si è accettata di buon grado la decisione della Liberty Media di abolire dalla griglia di partenza delle gare di F1 le avvenenti grid girl, qualcun altro non l’ha esattamente presa bene. In particolare la Russia ha fatto sapere di non avere alcuna intenzione di rispettare le nuove regole e il prossimo 30 setembre quando sarà il suo turno farà sfilare, come fatto finora, le ragazze.

“Non vogliamo interrompere la tradizione delle modelle. Loro sono meravigliose”, ha sostenuto l’organizzatore del round di Sochi Sergei Vorobiev. “A nostro avviso poi mettere dei ragazzini vicino a delle macchine potrebbe creare dei problemi a livello di sicurezza e anche la nostra immagine ne verrebbe incrinata. Dovessimo comunque trovare la maniera giusta per rendere la cosa fattibile e giustificare la loro partecipazione, perché no? Parallelamente stiamo provando a sviluppare degli approcci creativi in modo da consentire alle ombrelline di continuare ad affiancarsi alle monoposto. Magari, potremmo chiamare delle atlete o delle rappresentati dell’arte russa. Di certo faremo di tutto per riportarle sullo starting grid”, ha ribadito convinto. Piuttosto coinvolto dalla questione il responsabile del GP ha ammesso di averne discusso anche con Bernie Ecclestone, apparso a sorpresa nel paddock del Bahrain lo scorso weekend, e con cui proprio in quella occasione ha scambiato quattro chiacchiere. “Siamo rimasti amici e parliamo volentieri assieme. Soprattutto ci piace ricordare i progetti interessanti che abbiamo saputo creare”, ha detto con una frecciatina ai nuovi proprietari del Circus, forse meno aperti a certi dialoghi.

In realtà non è solo la Grande Madre ad aver fatto pubblico annuncio di rivolere le grid girl. Anche il super brillantinato appuntamento di Montecarlo del 27 maggio vedrà le belle donne riappropriarsi del palcoscenico pur senza i cartelli corrispondenti ai vari piloti in mano.

C’è da dire che, tuttavia, che da quando ci sono più bambini in giro, i driver sembrano essere diventati più disponibili e umani.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori