CONDIVIDI
during the Australian Formula One Grand Prix at Albert Park on March 25, 2018 in Melbourne, Australia.

Sebastian Vettel ha chiuso quarto nella prima giornata di prove del GP di Cina, un decimo di secondo più lento di Lewis Hamilton, il più veloce della giornata. La stella della Ferrari è convinta però che non è ancora nulla di deciso: “Possiamo continuare a migliorare. Siamo ancora alla ricerca dell’assetto ideale, le buone idee sono le benvenute. È difficile qui dare equilibrio correttamente alla macchina, ma se ci riusciamo, allora le cose possono cambiare radicalmente. Sono sicuro che la nostra macchina ha il ritmo necessario, possiamo sfruttare il potenziale“. Anche qui le gomme sono al centro dell’attenzione. Vettel ammette: “Le gomme ci stanno ancora disturbando, perché non è facile farle funzionare. In macchina ti senti esattamente dove sei, o la presa è lì o manca. A causa delle lunghe curve, la sensazione cambia costantemente. Perdi l’equilibrio ed è difficile portare la macchina sul traguardo”.

Vettel e le possibilità di vittoria in Cina

Per quanto riguarda le sue possibilità di vittoria Sebastian Vettel rimane cauto: “Al momento è ancora difficile da dire. Ma penso che possiamo migliorare. Non sono abbastanza soddisfatto del bilanciamento, perché la macchina fa un po’ troppo ciò che non voglio. Penso che sarà difficile in ogni caso. C’è ancora molto lavoro che ci aspetta, ma come ho detto, abbiamo una macchina con cui possiamo lavorare e, se otteniamo tutto nei tempi giusti, allora possiamo toglierci qualche soddisfazione. È vero che in Australia ho faticato, mentre in Bahrain ero più contento. Se riusciremo a trovare le giuste soluzione potremo sprigionare tutto il potenziale della vettura e farla lavorare bene”. Sebastian Vettel punta al tris dopo le due vittorie di inizio stagione, un atteggiamento positivo in vista della gara. La speranza è che nelle finestre di lavoro, si riesca a trovare la soluzione migliore per permettere al pilota di guidare la sua auto in tutto il suo potenziale.