CONDIVIDI
Antonio Giovinazzi (Getty Images)

Il 2018 doveva rappresentare il definitivo approdo in Formula 1 da parte di Antonio Giovinazzi. Purtroppo però le cose sono andate diversamente. L’italiano, infatti, sino a qualche mese fa sembrava il candidato numero uno per prendere posto in una delle due monoposto della nuova Alfa Romeo Sauber. Purtroppo però gli elvetici hanno deciso di puntare sul campione di Formula 2, Charles Leclerc.

Antonio Giovinazzi, quindi, per la prossima stagione dovrà accontentarsi di fare il 3° pilota in Formula 1. Intanto però, in occasione dei test che si svolgeranno il 14 gennaio a Marrakech per la Formula E, il pilota italiano guiderà una DS Virgin.

Un altro italiano ai test

Antonio Giovinazzi però non sarà l’unico italiano a scendere in pista nei test della Formula E. A portare il nostro tricolore ci sarà, infatti, anche Andrea Caldarelli, che guiderà una vettura della Dragon Racing.

Caldarelli ha così commentato questa grande opportunità: “Sono entusiasta i poter prendere parte ai test di Formula E. Ci tengo a ringraziare Jay Penske che mi ha dato questa grande opportunità. La Formula E è un mercato in grande espansione e anche per noi piloti si tratta di una sfida molto interessante”.

Il driver italiano ha poi proseguito: “Ho sempre trovato davvero emozionante guidare sui circuiti cittadini. Per me sarà bello ritornare a saggiare il vento in faccia dopo le ultime esperienze a ruote coperte. Naturalmente i riferimenti saranno completamente diversi. Dragon Racing però è il team perfetto per avere il giusto supporto tecnico vista la grande professionalità e competitività dimostrata”.

Per quanto concerne Antonio Giovinazzi, come tutti sanno, è un pilota sotto contratto con Ferrari. Chissà quindi che questo test non possa servire per un futuro approdo del Cavallino Rampante proprio in Formula E. Il campionato è in costante espansione e più di una volta da Maranello sono arrivati ammiccamenti verso la FE.

Antonio Russo