CONDIVIDI

FORMULA1 FERRARI – “Siamo riusciti ad uscire dai momenti difficili restando sempre insieme. Queste non sono le solite parole di Natale: io sono davvero orgoglioso di voi, di quello che avete fatto e di quello che farete”: con queste parole, il presidente della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo ha ringraziato e salutato l’intero team della Rossa nel corso del pranzo natalizio. “La delusione √® stata forte – ha detto – ma siamo consapevoli di avere dato tutto”.

“E’ stato un anno straordinario, suddiviso in tre fasi – ha ancora una volta sottolineato il presidente Ferrari – un inizio in Bahrain folgorante, che ci aveva fatto pensare che avremmo potuto vincere tanto; una forte delusione prima della meta’ del campionato, quando la nostra macchina non reggeva il passo con i migliori; una grande soddisfazione per una rimonta che ci ha portato ad essere in testa alla vigilia dell’ultima gara. Sappiamo com’e’ andata a finire – ha continuato – e la delusione e’ stata forte, inutile negarlo: ma eravamo e siamo ancora consapevoli di aver dato tutto cosi’ come del fatto che, per tutto l’anno c’e’ stata una macchina che era andata piu’ forte della nostra, a volte anche in maniera molto netta”.

All’incontro natalizio hanno partecipato circa 700 uomini e donne della Scuderia, a cominciare da Stefano Domenicali e dai piloti al completo – Fernando Alonso e Felipe Massa, i collaudatori Marc Gene’, Luca Badoer, Jules Bianchi e Giancarlo Fisichella – nonch√© i rappresentanti di tutti gli sponsor e i fornitori.

DOMENICALI: STOP A ORDINI DI SCUDERIA? ERA ORA…

Il giorno dopo la cancellazione dell’articolo 39.1 del regolamento tecnico sportivo della Formula 1, il cosiddetto divieto per i team di dare ordini di scuderia, Stefano Domenicali, Team Principal della Scuderia Ferrari, esprime la propria opinione in merito. “Si e’ finalmente detto basta a delle inutili ipocrisie. Per noi la Formula 1 e’ uno sport di squadra, lo abbiamo sempre sostenuto, e come tale deve essere trattato. Esistono gia’ nel regolamento tutte le norme per evitare che certe situazioni vengano gestite in maniera estrema. La decisione presa ieri e’ molto importante” ha detto Domenicali ai microfoni di alcune televisioni al Motorshow di Bologna.

Sulla monoposto del 2011, invece, non ha voluto ovviamente sbilanciarsi molto: “Quando il nostro Direttore Tecnico Aldo Costa ha parlato di progetto estremo ha voluto stimolare tutti i nostri tecnici a spingere sul tema dell’innovazione che, in Formula 1, vuol dire esplorare tutte le aree fino al limite stabilito dal regolamento e anch’io mi auguro che sia cosi’. E’ una sfida difficile perche’ siamo in un ambiente molto competitivo: sappiamo che nel 2011 dovremo partire subito con una macchina in grado di vincere per non essere sempre costretti ad inseguire, come quest’anno”. Sull’ipotesi di cambiamenti organizzativi, Domenicali ha spiegato: “Faremo degli aggiustamenti ma lo renderemo noto al momento giusto. Dal punto di vista tecnico, dovremo cercare di non ripetere errori che ci hanno portato, in qualche occasione, a fare dei passi indietro e non avanti. Per riuscirci stiamo lavorando alacremente senza concederci pause. L’anno prossimo sara’ molto lungo e non possiamo permetterci di non tirare fuori il massimo del nostro potenziale da ogni gara: nel 2010, soprattutto nella prima fase, abbiamo perso delle opportunita’ di fare dei punti preziosi e lo abbiamo pagato a caro prezzo alla fine”.

Tgcom

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori