CONDIVIDI

Ad Abu Dhabi Fernando Alonso disputerà la sua ultima gara al volante della Ferrari, dopo cinque stagioni indimenticabili trascorse insieme. Il pilota spagnolo più volte ha sfiorato il titolo iridato, ma ad avere la meglio è stato sempre il suo rivale e sostituto Sebastian Vettel con la Red Bull. Alla vigilia dell’ultimo Gran Premio Ferrari e Fernando Alonso hanno ufficializzato l’addio.

 

Nella tradizionale conferenza stampa del giovedì che anticipa il week-end di gara Fernando Alonso ha confessato di aver preso la decisione a malincuore, ma la scelta era inevitabile e la miglior soluzione per entrambe le parti. “Si apre un nuovo capitolo della mia carriera, credo di aver sentito il momento in cui ero alla ricerca di nuove motivazioni. Non è stata una decisione facile senza dubbio: ne avevamo già discusso la passata stagione – ha confessato il pilota di Oviedo -, ma abbiamo preferito aspettare il 2014 per vedere come si sarebbe comportata la nuova vettura. Verso il periodo estivo molte cose sono cambiate. Solo il tempo dirà se la mia decisione è stata positiva o meno, ma quello che è certo è che ho vissuto un’esperienza fantastica”.

 

I tanto attesi risultati non sono arrivati in questa stagione e Fernando Alonso ha preferito optare per la scuderia McLaren, nella speranza di aver fatto la scelta migliore per la sua carriera: “Non ho avuto un singolo momento nel quale ho aperto gli occhi. Già al termine del 2013 avevo dei dubbi su questa stagione, sapevo che avremmo vissuto un grosso cambiamento. Ho aspettato di vedere come potesse essere l’era Turbo per Ferrari – ha sottolineato Alonso -. Avevo un rapporto molto vicino al Presidente Montezemolo, ci sentivamo ogni settimana. Avevamo concordato che, se la vettura non fosse stata competitiva, sarei stato libero di guardarmi attorno. Ho amore e rispetto per questo team, che me ne ha dimostrato altrettanto. La mia carriera in Ferrari finisce qui, da lunedì sarò un semplice tifoso del Cavallino”.

 

In occasione del Gran Premio di Abu Dhabi Fernando Alonso scenderà in pista con un casco speciale, un ringraziamento alla Scuderia Ferrari e agli uomini che in questo quinquennio gli sono stati vicini: “In realtà è molto semplice: è diviso in due parti. Da un lato, ho la bandiera dell’Italia, con le firme di tutti i ragazzi del team, mentre dall’altra ho l’immagine di un pit-stop di questa stagione. A Sochi ho preso tutte le firme dei componenti dello staff, ma alcune sono andate perdute, quindi sono dispiaciuto per il risultato finale, che non è come mi aspettassi, ma è ugualmente bello e ricco di significato. Questo sarà il mio ultimo Gran Premio con Ferrari – ha concluso Fernando Alonso – e idealmente volevo portare in macchina con me ogni componente della scuderia”.