CONDIVIDI
(©Getty Images)

La F1 Strategy Group and Commission si è riunita a Parigi stamane 25 aprile. Intorno al tavolo si è seduto per la prima volta anche Chase Carey, nel ruolo di amministratore delegato del Formula One Group.

Addio appendici aerodinamiche

La FIA ha reso noto che continuerà nella ricerca di maggiori livelli di protezione della cabina di guida per le monoposto di F1. Abolite le pinne da squalo e ali a forma di T approvate in questa stagione. In attesa del passaggio formale al Consiglio Mondiale della FIA altre sono le novità proposte dal Gruppo Strategico.

Dispositivi di sicurezza

Dal 2018 le monoposto di Formula 1 potrebbero montare lo “Shield“, un cupolino trasparente di protezione per la testa dei piloti. Il prototipo è stato mostrato ai piloti durante il GP di Shanghai ed ha ricevuto opinioni miste. Le scuderie hanno concordato di effettuare ulteriori test nel corso di quest’anno. Abolito il dispositivo Halo ritenuto inefficiente per proteggere i piloti da possibili oggetti vaganti.

Ripartenze e olio

Grosse novità anche per le ripartenze dopo bandiera rossa. Quando la gara sarà interrotta le monoposto non ripartiranno più dalle spalle della safety car, ma scatteranno da ferme in griglia di partenza. Un’altra novità sarà applicata sin dal prossimo GP di Sochi. Sarà consentito utilizzare un solo tipo di olio per power unit. Così si eviterà che qualcuno mescoli olio come additivo della benzina ottenendo una maggiore potenza per alcuni secondi.

Nomi, numeri e riunioni

A partire dal GP di Barcellona (12-14 maggio) i nomi e i numeri dei piloti saranno più visibili sulle vetture del Circus. In questo modo saranno maggiormente visibili soprattutto per il pubblico a casa. Infine anche i rappresentanti delle squadre che non fanno parte del Gruppo Strategico saranno invitati alle riunioni in qualità di osservatori. Una scelta voluta sia dalla FIA che dal Formula One Group per migliorare la trasparenza nella gestione della Formula 1.

Luigi Ciamburro

 

 

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori