CONDIVIDI

FORMULA UNO – A meno di 30 giorni dall’inizio del Mondiale 2011, la Formula Uno si trova a dover fare i conti con i recenti disordini accaduti proprio in Bahrain, sede della prima corsa stagionale. Un evento che ha colto di sorpresa anche il boss del circus, Bernie Ecclestone. “Il pericolo è evidente – ha ammesso preoccupato – . Stiamo seguendo da vicino gli eventi. Faremo affidamento su quella che gli organizzatori pensano sia la cosa giusta da fare”.

“Non ho idea, è difficile stabilire con esattezza ciò che sta accadendo. Se queste persone volessero fare confusione e ottenere il riconoscimento a livello mondiale sarebbe facile, no? Basta creare un problema sulla griglia di partenza in Bahrain e avrebbero una copertura a livello mondiale“, ha aggiunto Ecclestone parlando con il “Daily Telegraph” della possibilità di rimandare la gara prevista per il 13 marzo.

Nella serata di ieri il principe comunque ha immediatamente chiarito che la macchina organizzativa va avanti e che verranno presi provvedimenti contro chiunque proverà ad ostacolare il Gp.

“La sicurezza di tutti i cittadini del Bahrein, gli espatriati e dei visitatori stranieri è una priorità in ogni momento nel nostro Regno e al Bahrain International Circuit. La nostra attenzione in questo momento è sulla realizzazione di un altro evento di successo per il Gulf Air Gran Premio di Bahrain di Formula 1″ ha spiegato il principe.

l.c.