CONDIVIDI

FORMULA UNO 2011 – In questi test invernali svoltisi in diverse località della Spagna a destare maggiori perplessità è stata soprattutto la Mercedes che ha fornito prestazioni fortemente altalenanti che sono subito apparse di difficile lettura. In molte occasioni i distacchi dalle prime posizioni sono stati abissali, ma sia Rosberg sia Schumacher sono stati capaci in momenti differenti di ottenere almeno una leadership parziale di giornata. Questi sbalzi non hanno certamente aiutato gli addetti ai lavori a comprendere esattamente quale sia il vero potenziale a disposizione della scuderia tedesca, sebbene piloti e meccanici abbiano sempre ostentato una certa tranquillità.

Attraverso il sito ufficiale della Mercedes, Ross Brawn ha invece rivelato come sin dal lancio la nuova W02 stia soffrendo di problemi nel riuscire ad abbassare le temperature complessive, cosa che non ha consentito di poter girare con costanza ai ritmi dei migliori: “La sfida più grande per noi è stata fino ad ora un problema di raffreddamento. Le modifiche a breve termine che abbiamo fatto per le specifiche a proposito della macchina di lancio sono costate un po’ in termini di prestazioni. La soluzione è stata incorporata nel design della carrozzeria per il nostro pacchetto di aggiornamento e recupereremo le prestazione prima dell’avvio di stagione”.

Nonostante alcuni problemi di affidabilità capitati soprattutto a Rosberg lo stesso Brawn si ritiene fiducioso e ottimista per quanto riguarda il resto dell’annata: “Naturalmente ti aspetti di trovare difetti in una nuova auto e fortunatamente abbiamo avuto relativamente pochi stop sotto questo punto di vista, cosicchè l’impatto sul nostro programma non è stato così significativo. Il nostro chilometraggio è stato buono, abbiamo coperto 4.300km nei tre test finora e, di certo, più chilometraggio riesci ad effettuare, più sono le possibilità di identificare ogni problema e risolverlo prima che la stagione entri nel vivo”.

Tuttavia le aspettative sono positive in Casa Mercedes poiché per il lancio della nuova monoposto si era pensato ad un progetto base in modo da poter studiare maggiormente elementi innovativi da provare negli ultimi test e poi dall’Australia in avanti, tenendo in considerazione che le prove al Montmelò hanno dato esiti migliori rispetto a quelli precedenti: “Barcellona è stato il nostro test finale con le specifiche per la macchina di lancio – continua Brawn sul sito – e abbiamo girato per circa 500km al giorno, oltre il 50% in più della nostra media giornaliera fino a quel punto dei test. È stata una buona settimana e abbiamo potuto completare il fondamentale lavoro di set-up, sviluppare la comprensione di come massimizzare le gomme sul giro singolo e migliorare le prestazioni sulla lunga distanza. Abbiamo completato con successo due simulazioni di gara con Nico e Michael al primo tentativo, con la monoposto che ha concluso in buone condizioni e senza problemi. L’affidabilità è ora migliore e gli aggiornamenti saranno pronti per i quarti test pre-stagione a Barcellona”.

Dunque le nubi che si addensavano sulla scuderia situata a Brackley a poco a poco sembrano diradarsi, sebbene Ross non voglia sbilanciarsi a proposito dell’esordio a Melbourne previsto per fine marzo: “È ancora troppo presto per dire se saremo al top, ma sono sicuro che ciascuno ne saprà di più dopo gli ultimi test della Catalunya. Noi abbiamo una buona base dalla quale partire. La nostra scuderia sta procedendo bene e le Frecce d’Argento stanno venendo su bene. Il nostro obiettivo rimane di compiere passi avanti comparati all’anno scorso e competere coi migliori”.

Fonte: Realmotor.it