CONDIVIDI
Robert Kubica (©Getty Images)

Mentre il paddock e l’opinione pubblica dibattono sul tema del possibile rientro in F1 di Robert Kubica e se questo sia lecito, o soltanto un capriccio da non assecondare sulla scia del pensiero targato Jacques Villeneuve – Juan Pablo Montoya, la Williams cerca di placare gli animi. La decisione di Massa di lasciare a fine stagione la scuderia e in generale la F1, scelta che poi si è scoperta essere stata imboccata da Grove, aveva fatto presagire un immediato annuncio pro pilota polacco, alla fine non arrivato.

“Nonostante ci sono delle discussioni in atto non è stato ancora definito se sarà effettivamente lui a sostituire Felipe. Renderemo nota la questione quando ci sarà qualcosa da dire. Per Abu Dhabi non è prevista alcuna comunicazione”, ha tagliato corto la squadra britannica con una nota ufficiale.

Il vincitore del GP del Canada 2008 ha effettuato per la Williams due sessioni di test ad ottobre sul circuito di Silverstone e all’Hungaroring in compagnia dell’altro candidato al sedile, lo scozzese Paul di Resta, attualmente collaudatore e riserva, e secondo speculazioni sarebbe sulla lista dei presenti nella prova organizzata dalla Pirelli sul tracciato di Yas Marina, a campionato appena concluso.

Gli avversari

Scartato dalla Renault che dopo alcune verifiche in pista, prima al volante con la vecchia Lotus del 2012 e in seguito con la RS17 di oggi, gli ha preferito Carlos Sainz, dato da molti come un futuro campione, Kubica dovrà vedersela con altri contendenti illustri. Non tanto il già citato Di Resta, quanto il tedesco della Sauber Pascal Wehrlein, dato per partente a causa dell’ingresso massivo ad Hinwil della Ferrari, intenzionata a piazzare almeno uno dei suoi tra Antonio Giovinazzi e il campione F2 Charles Leclerc, e il russo Daniil Kvyat, che dal punto di vista dell’immagine e del marketing potrebbe però rivelarsi un’opzione perdente essendo stato prima declassato dalla Red Bull e poi cacciato, sempre in corso d’opera, dalla Toro Rosso.

Per fra poche settimane, comunque, dovremmo avere una risposta. Di certo Nico Rosberg, suo manager personale, starà muovendo tutti i fili possibili per rendere questa operazione realtà.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori