CONDIVIDI
Laurent Mekies, FIA (©Getty Images)

Colpo di scena a poco più di una settimana dal via della stagione 2018 di F1. Con un colpo di mano a sorpresa e sulla scia di quanto accaduto qualche mese fa, non senza polemiche, alla Renault con Marcin Budkowski, la Ferrari ha ingaggiato l’ex direttore della sicurezza della FIA e vice direttore di gara Laurent Mekies. Per il momento sono poche le notizie a riguardo e soprattutto nulla si sa in merito alla funzione che il 40enne di Tours svolgerà all’interno della Scuderia.

L’unica cosa svelata dal comunicato ufficiale pubblicato sul sito del Cavallino è che l’ingresso è previsto per il prossimo novembre, per cui verrà rispettato il dovuto gardening leave, e che risponderà direttamente al direttore tecnici Mattia Binotto.

Dal canto suo pure la Federazione ha rilasciato una dichiarazione in cui spiega che il transalpino si dimetterà con effetto immediato dalle sue responsabilità legate alla Circus, ma continuerà a svolgere compiti legati alla “safety” per i tre mesi del suo periodo di preavviso.

“Fino alla sua partenza fissata per la fine di giugno, Mekies continuerà ad esercitare il ruolo di direttore della sicurezza” , si legge sulla nota.”Diversamente cesserà da subito il suo impegno in F1 in ogni suo aspetto”.

L’ingegnere, in passato attivo alla Toro Rosso, è entrato a far parte della FIA nell’ottobre 2014 lavorando sulle questioni legate al miglioramento delle condizioni dei circuiti, ma anche alle attività di ricerca, sviluppo ed omologazione. All’inizio del 2017 era stato nominato vice direttore di gara  ed era già indicato come potenziale successore dell’attuale boss Charlie Whiting, dato da molti in via di pensionamento.

Staremo a vedere come reagiranno le altre equipe in una fase in cui Maranello è già sotto i riflettori per la polemica con Liberty Media. Come detto il caso Budkowski aveva provocato lamentale da più parti costringendo la squadra di Enstone a ritardare il suo approdo addirittura a questo aprile.

Chiara Rainis