CONDIVIDI
Sebastian Vettel (©Getty Images)

F1 | Vettel distrutto dopo il GP Messico, il titolo lo ha perso lui?

Con un margine tanto ampio sulla concorrenza il quinto sigillo di Lewis Hamilton era soltanto questione di tempo, ma evidentemente Sebastian Vettel neppure in Messico aveva smesso di crederci. Dunque, dopo aver  tagliato il traguardo in seconda posizione, non è riuscito a camuffare la propria frustrazione per il sogno sfuggito e passato nelle mani del pilota Mercedes, anomimo all’Hermanos Rodriguez, rallentato da un’eccessivo degrado delle gomme.

Sono molto deluso, non ci si può mai preparare ad affrontare una cosa simile”, ha affermato frustrato. “Ad ogni modo questa è la giornata del mio avversario che è stato più forte di me e di tutti noi quest’anno. Si è meritato il titolo. Sicuramente a me non piace perdere e non sono qui per farlo. Mi sento svuotato e non so cosa dire. E’ stato un campionato difficile, diverso dallo scorso”.

Penso che abbiamo il potenziale per fare meglio in futuro, dobbiamo imparare dai nostri errori mettendoceli alle spalle in fretta, l’unica cosa che posso fare è ringraziare i tifosi e tutti gli uomini di Maranello. E’ sempre complicato fare promesse, ma di certo darò il massimo per ottenere risultati più soddisfacenti”, ha concluso il tedesco.

Tra i primi a congratularsi con Ham e l’intera squadra tedesca, Seb ha parecchio da recriminare a sé stesso. Troppo spesso, weekend messicano compreso, è stato protagonista di scivoloni grossolani, a tratti da principiante, ed è caduto nei tranelli dei rivali quasi fosse appena arrivato in F1.

Per il momento la generale recita un plateale 358 per Hamilton contro 294 punti per Vettel, ma la realtà è che senza i cali di concentrazione e gli eccessi di nervosismo mostrati dal driver di Heppenheim soprattutto da Monza in avanti, la classifica, e di questo Sebastian ne è consapevole, avrebbe raccontato altro, ossia una Ferrari #5 più vicina, o addirittura davanti a tutti vista la superiorità generale della SF71-H rispetto alla W09. Insomma, per l’ennesima volta la Rossa ha lasciato andare un’occasione importante, tradita dal pilota che aveva scelto come traghettatore della squadra.

Chiara Rainis

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori