CONDIVIDI
Max Verstappen (Getty Images)

F1 | Verstappen contro i vertici Renault: “Pensassero al loro team”

A scatenare la polemica tutta televisiva è stato lui, Max Verstappen dopo aver  sollecitato la Renault a fornire alla Red Bull la specifica B della power unit per i GP successivi a quello di Russia visto che quella più nuova a suo avviso sarebbe stata poco adatta ai prossimi appuntamenti.

A quel punto il boss di Enstone Cyril Abiteboul si è recato alle emittenti olandesi per dire che il #33 faceva meglio a tacere e a concentrarsi sulla sua vettura considerato che era stato il team stesso a richiedere la PU nuova di zecca.

Quindi, da Sochi è arrivata la contro-risposta  del 20enne che sempre tramite la trasmissione Ziggo Sport ha usato parole forti nei confronti del francese. “Fossi al loro posto comincerei a pensare di più al loro box anziché lamentarsi di me tutto il tempo. L’avessero fatto sarebbero già campioni del mondo. E’ evidente che quell’uomo ( ndr. Abiteboul) è frustrato. Io sono stato semplicemente onesto e gli ho chiesto di tornare alla vecchia specifica essendo maggiormente adatta a  Messico e Brasile che sono in altura. Secondo me non può durare quello nuovo. Io sono qui per vincere, non per arrivare settimo”, ha dichiarato caustico.

Intanto per Mad Max è arrivata un’altra tegola. Al termine delle qualifiche è stato raggiunto da un ennesimo provvedimento da sommare  a quello per la sostituzione di buona parte del motore. Il figlio d’arte è stato infatti punito di ulteriori tre posizioni per aver ignorato le bandiere gialle durante il Q1 al momento del testacoda di Sergey Sirtokin.

Lui si è difeso sostenendo di aver sterzato a sinistra per evitare la vettura in stallo, ma i commissari hanno voluto seguire il regolamento alla lettera che impone il rallentamento.

“Secondo i dati della telemetria la vettura #33 non ha accennato alcuna frenata”, si legge sulla nota ufficiale.

Chiara Rainis

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su  Google News

 

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori