CONDIVIDI
Jody Scheckter con Piero Ferrari e Mattia Binotto (Foto Ferrari)
Jody Scheckter con Piero Ferrari e Mattia Binotto (Foto Ferrari)

F1 | Ve lo ricordate? L’ex campione visita la Ferrari e le augura buona fortuna

Un ospite speciale ha fatto visita oggi alla Ferrari: si tratta del campione del mondo di Formula 1 del 1979, Jody Scheckter. Il pilota sudafricano, che vinse il titolo in una memorabile domenica 9 settembre a Monza attraversando il traguardo con la Ferrari 412 T4 quasi in parata insieme al compagno di squadra Gilles Villeneuve, ha visitato l’azienda iniziando dalle aree dedicate alla produzione delle auto di serie concludendo poi la giornata in Gestione Sportiva.

Con Piero Ferrari

Ad accogliere Scheckter nello storico ingresso di via Abetone 4 è stato il Vicepresidente, Piero Ferrari. Il pilota di East London ha visitato le linee di assemblaggio delle vetture V8 e V12, la Nuova meccanica e il dipartimento Ferrari Classiche prima di spostarsi in Gestione Sportiva. Una volta giunto presso la pista di Fiorano, è stato invitato ad entrare nel garage di F1 Clienti, dove ha potuto ammirare un numero record di monoposto Ferrari che qui vengono tenute in custodia e manutenute dai meccanici di Corse Clienti.

Con Mattia Binotto

Scheckter ha trascorso la seconda parte del pomeriggio nei reparti della Nuova Ges dove ad accoglierlo è stato il Team Principal e Managing Director della Scuderia Ferrari Mission Winnow, Mattia Binotto. I due, accompagnati ancora da Piero Ferrari, hanno visitato le aree nelle quali le monoposto di Formula 1 vengono ideate e progettate fino a prendere forma e ad essere assemblate prima di scendere in pista. Scheckter prima di lasciare l’azienda ha fatto il proprio in bocca al lupo a tutta la squadra che dopo la gara cinese guarda al quarto appuntamento della stagione, il Gran Premio dell’Azerbaigian a Baku.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori