CONDIVIDI
Fernando Alonso e Charles Leclerc, GP Belgio 2018 (©Getty Images)

F1 | L’Halo ha salvato la vita di Leclerc in Belgio

Si è conclusa dopo diversi mesi di analisi l’inchiesta ufficiale avviata dalla FIA a proposito dello spettacolare incidente alla prima curva occorso in avvio del GP del Belgio e che ha visto protagonisti, tra gli altri, Fernando Alonso e Charles Leclerc. Allora, se ad essersela passata più brutta sembrava lo spagnolo della McLaren, dalle immagini dettagliate è apparso chiaro che è stato invece il monegasco della Sauber a scampare a qualcosa che poteva avere un esito tragico.

Come detto, dopo settimane di verifiche delle riprese video e dei dati delle auto coinvolte, il rapporto finale sul botto di Spa ha portato ad una conclusione: l’Halo ha praticamente salvato la vita del giovane talento fresco di contratto con la Ferrari, o comunque lo ha protetto da un grave infortunio.

Il Global Institute federale ha inoltre fornito un’indicazione di quanto il sistema sia stato in grado di resistere ad un impatto quantificato in 58 kN con la ruota anteriore destra del Samurai, rivelando inoltre la sua importanza nel deviare la traiettoria della MCL33.

Dagli shot catturati dalla telecamera dell’abitacolo di Leclerc si vede come il 21enne sia stato colpito da piccoli pezzi di detriti di carbonio della macchina dell’asturiano mentre volava sopra di lui. Tuttavia, è risultato evidente che senza il device introdotto quest’anno, il crash avrebbe condotto ad un finale senz’altro più drammatico, sulla scia di quanto successo nel 2009 in Ungheria a Felipe Massa.

Interrogato da Motosport.com sull’indagine, il direttore della sicurezza della Federazione Adam Baker, ha spiegato: “Dai dati disponibili e dai filmati video, siamo convinti che la ruota non avrebbe colpito il casco di Charles, ma di certo l’ala anteriore della McLaren avrebbe preso la visiera con un esito di cui però non possiamo quantificare la gravità”.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori