CONDIVIDI
Sebastian Vettel, Ferrari, Baku GP (©Getty Images)

L’episodio dell’Azerbaijan, ossia quella ruotata rifilata da Sebastian Vettel a Lewis Hamilton nel corso del GP in regime di Safety Car, dopo che secondo il ferrarista l’inglese della Mercedes gli aveva fatto il cosiddetto “brake test”, rimarrà probabilmente nella memoria di molti appassionati di F1, o almeno di quanti hanno seguito il mondiale 2017. Ma chi sicuramente non dimenticherà il fattaccio è il Presidente della FIA Jean Todt, chiamato a giudicare nei momenti appena successivi (ndr. la vicenda si era conclusa con un’ammenda), e ora, a campionato archiviato, ancora desideroso di tornarci su con toni assolutori.

“Per quanto mi riguarda sono piuttosto tollerante”, ha dichiarato ad Auto Bild, “Non amo giudicare il comportamento delle persone senza prendere in considerazione le emozioni che si possono provare nell’abitacolo. Riesco a confrontarmi molto bene con quel genere di situazioni essendoci passato con Michael Schumacher. Pensate a quanto accaduto nel 1997 a Jerez de La Frontera, o a Montecarlo 2006 quando fece quella stupida azione durante le qualifiche (ndr. si buttò contro le barriere per far sventolare le bandiere gialle e impedire ai diretti avversari di migliore il proprio crono). Tutti i piloti hanno delle debolezze e se capiscono che certi atti non avrebbero dovuto compierli, bisogna perdonarli. E’ così che ho ragionato per quanto concerne Baku con Seb”.

Ciao Gina!

Sempre in tema Vettel, con 5 vittorie all’attivo, il quattro volte iridato ha dato ufficialmente l’addio a Gina, la SF70-H con cui ha dato battaglia ad Ham nel campionato appena concluso.

“Mi mancherà. In fin dei conti è stata una stagione divertente, quindi un po’mi dispiace che sia finita”, ha affermato il 30enne. “Avrei fatto volentieri altre cinque corse. Penso che saremmo stati in ottima forma. Ad ogni modo abbiamo parecchia carne al fuoco per il 2018. Far funzionare e gestire le monoposto ibride non è semplice. Quindi dopo Yas Marina difficilmente risalirò più su quella macchina”. Ha infine concluso Vettel, critico poi con l’Halo che dall’Australia disturberà la vista del protagonisti in griglia.

 

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori