CONDIVIDI
(©Toro Rosso Official)

F1 | Svelata la nuova Toro Rosso che sembra quella 2018

Almeno a prima vista i tecnici di Faenza non devono aver fatto molta fatica per concepire la nuova STR14 presentata questo lunedì alle 14.30 con un video di lancio da 59″.

Identica nella livrea alla sorella dell’anno passato, la prima vettura creata da Jody Egginton dopo la partenza dell’ex capo tecnico James Keys ha voluto rendere omaggio alla Red Bull, in particolare nella parte posteriore stretta in alto e più larga verso il basso e leggermente adattata per favorire l’inserimento della power unit Honda dato che fino ad Abu Dhabi il team austriaco montava un’unità Renault.

Il passo è stato allungato, mentre il musetto è identico alla scorsa versione con tre soffiaggi. Ovviamente l’ala è molto più semplice e in linea con il regolamento appena rivisto, volto a togliere un po’ di peso all’aerodinamica.

Interessanti gli specchietti che presentano due supporti per dare quid in più in termini di sfruttamento dei flussi d’aria per la prestazione. Uno di essi è inserito nella scocca, l’altro invece sulla pancia. Di dimensione importanti restano le prese d’aria, mentre le sospensioni mantengono il disegno push rod, con braccio anteriore molto in alto, quasi sulla sporgenza del telaio, mentre quello posteriore è fissato più basso.Il puntone è stato tenuto inclinato in avanti e il braccetto dello sterzo portato in basso come il triangolo inferiore.

Infine, per quanto riguarda l’alettone posteriore della nuova Toro Rosso, questo è sostenuto da un piloncino conglobato con il comando del DRS che aziona un flap più grande di 20 mm, ed è dotato a suo volta di una V nella parte centrale, mentre il profilo principale è secondo le regole 2018 concavo, con delle paratie laterali che presentano diverse nella zona più bassa.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori