CONDIVIDI
Sebastian Vettel (©Getty Images)

F1 | Sebastian Vettel: “In una settimana cambia poco”

Uscito scornato dai recenti appuntamenti di Singapore e Russia e soprattutto con 50 punti di svantaggio da un Lewis Hamilton brave e fortunato leader della generale, Sebastian Vettel preferisce non sbilanciarsi in pronostici alla vigilia del round del Giappone e non dare false speranze ai tifosi.

E’ difficile che in una settimana possa cambiare qualcosa, ma speriamo di riuscire  ad ottenere un risultato migliore”, ha confidato in conferenza stampa. “Diciamo che a Sochi già in gara lo svantaggio dalla W09 era minore rispetto a quanto si era visto nelle prove e abbiamo spremuto il massimo dalla macchina. In generale la nostra macchina non è così dominante come qualcuno sostiene però è forte e in molte corse ce la siamo giocata con i nostri diretti avversari. L’augurio è che su questa pista, che è tra l’altro una delle mie preferite in assoluto, si riesca a lottare con loro per le prime posizioni in qualifica. Ormai i ruota a ruota sono sempre più rari, per cui la posizione di partenza diventa fondamentale“.

Quindi a proposito delle storiche defaillance della Rossa non appena viene un po’ d’acqua, prevista nel fine settimana nipponico, e sulla presunta perdita della direzione da qualche GP a questa parte, il tedesco ha negato convinto: “Forse non sempre abbiamo massimizzato, ma non è affatto vero che quando piove non siamo in grado di fare bene. così come non corrisponde a realtà che abbiamo perso la via dal punto di vista tecnico“.

Sollecitato in seguito sulla minor presenza di zone DRS che troveranno a Suzuka, il 31enne non è parso troppo preoccupato, anzi ha incentivato la FIA a trovare delle alternative. “Per quanto mi riguarda il sistema dell’ala mobile andrebbe rimosso. Io sono per i duelli reali, dunque bisognerebbe trovare un altro genere di soluzione”.

Infine sulla recente proposta in ottica 2019 di aggiungere un Q4 all’attuale format delle qualifiche Vettel ha sostenuto: “Per me non ha senso. Ormai si cerca troppo intrattenimento. Personalmente amavo quando i piloti avevano un’ora a disposizione e potevano fare ciò che volevano“.

Chiara Rainis

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su  Google News

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori