CONDIVIDI
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Ad Austin la Ferrari ci ha provato, ma almeno per il titolo costruttori la partita si è conclusa a favore della Mercedes. Per quanto riguarda l’ultima speranza stagionale, invece, quella della coppa piloti, la piazza d’onore conquistata da Vettel ha lasciato una porticina aperta, sebbene i punti di svantaggio, 66, non permettano di sognare.

Grazie ad uno scatto felino Sebastian ha superato Hamilton venendo però ripassato giusto una manciatina di giri dopo. “Sono partito bene e mi sono portato in testa. Purtroppo Lewis è tornato avanti e anche se ho tentato di tenere il suo ritmo, non ce l’ho fatta”, ha raccontato alla fine. “Mi sono avvicinato un po’ prima della sosta, ma pure dopo il cambio di strategia non è stato possibile fare niente. Non è il risultato che volevo ma oggi la W08 era più forte”, ha infine considerato il tedesco, passato al secondo posto anche per merito di un ordine di scuderia impartito a Raikkonen.

Dal canto suo Iceman ha fatto una discreta corsa. Al pronti via beffato dalla Force India di Esteban Ocon, il finnico si è in seguito ripreso la posizione sostenendo un ritmo di buon livello, salvo che nel finale, quando ha subito la manovra di Verstappen, nell’immediato post GP cancellata dai commissari con una penalità di 5″ per un taglio di pista. “Al traguardo ero piuttosto deluso. Non so bene cosa sia successo a Max, ma questo mi ha consentito di riprendermi il 3° posto. La macchina si è comportata sempre bene e soltanto nelle battute conclusive ho faticato con le gomme”, il suo commento.

Infine l’intervento del boss Maurizio Arrivabene che si è detto non sorpreso dalla decisione degli steward di punire l’olandese della Red Bull. “Hanno solo applicato il regolamento. Mi sembrava strano che Kimi fosse stato così arrendevole. Tra l’altro oggi si è dimostrato un ottimo compagno di box. Diversamente Seb è stato spettacolare in avvio e autore di bei sorpassi. Niente è ancora perso. Lotteremo fino all’ultima curva dell’ultimo round”, la chisura combattiva del manager bresciano.

ChiaraRainis