CONDIVIDI
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Giusto per non smentirsi e non stare troppo tempo lontano dalle piste Sebastian Vettel ha pensato bene il questo weekend libero di recarsi ad Hockenheim per seguire il round conclusivo del campionato DTM 2017 che vede impegnato il fratello Fabian, 18enne, al debutto quest’anno nella serie con un Audi TT Cup. “Non avevo molto da fare e ho deciso di venire qui. E’ stata un’esperienza diversa. Alla fine le corse sono belle anche dal muretto. Inoltre è stata occasione per incontrare molti vecchi amici”. Ha dichiarato a margine del’evento prima di parlare della relazione con il compagno di squadra Raikkonen in Ferrari.

“E’ molto meglio condividere il lavoro con qualcuno che ti rispetta. Spesso le persone tendono a rendere le cose più complicate di quanto in realtà sono, specialmente in F1, di conseguenza è positivo se si condivide il box con una persona che sta lontano dalla politica. Da questo punto di vista Kimi è il miglior team mate che ho avuto. E’ un ragazzo molto diretto, ma pure con Ricciardo ho avuto un buon rapporto”, ha rivelato a Motorsport.com.

“Con Mark Webber a volte ci sono state delle differenze. Eravamo due generazioni diverse che si scontravano, per questo forse non ci siamo trovati all’inizio. Comunque è andata così”, il suo ricordo degli scontri  a parole e con i fatti con l’australiano con lui alla Red Bull.

Quindi sulla Rossa ha detto: “Mi sento onorato di correre per la Scuderia, tuttavia anche se la felicità non si basa sul successo, vorrei vincere. Sinceramente quello che mi fa sentire bene e sapere una volta sceso dall’auto di aver dato il massimo in termini di prestazione,  ma pure di aver il team dietro di me ed operare in completa sinergia”.

Al momento Vettel si trova al secondo posto della generale piloti con 59 punti di svantaggio su Lewis Hamilton.