CONDIVIDI
Daniel Ricciardo (©Getty Images)

Se ne parlava già molto prima, ma ora che ha vinto un GP di Cina dove è successo un po’ di tutto, il futuro di Daniel Ricciardo è diventato il centro nevralgico delle chiacchiere da paddock. Tra i commentatori d’eccellenza della questione mercato legata all’australiano della Red Bull anche Nico Rosberg, il quale intervenuto a Sky Sports UK, ha rivelato di essere abbastanza sicuro che nel 2019 lo vedremo indossare la tuta del Cavallino.

Dove andrei se fossi in lui? Beh… personalmente alla Ferrari perché sa che può battere Vettel e poi ad oggi la Rossa è la miglior macchina, quindi sarebbe una buona chance“, ha sostenuto il tedesco ricordando con il driver di Perth fosse stato in grado di mettersi alle spalle il quattro volte iridato quando condividevano il box energetico. “A mio avviso lui e Verstappen sono al top in questo momento, solo che Max si incasina ancora troppo e questo rende Daniel il numero uno. È fantastico da guardare, fa delle manovre pazzesche. Durante la gara mi alzavo di continuo, in alcuni momenti mi sono anche messo ad urlare!”, ha aggiunto esaltando le abilità di guida del 28enne.

Capitolo Mad Max

Quindi a proposito del confronto tra Ricciardo e il #33,  l’iridato F1 2016 ha considerato: “L’olandese ha ricevuto molte critiche e credo siano giustificate. Ad esempio a Shanghai, passi con Hamilton, ma con Sebastian la sua è stata una mossa brutta ed inutile, difficile anche da capire. Ha eliminato il leader del mondiale e ha agevolato il compito del compagno di squadra che ha vinto in un modo incredibile. Diciamo che è stata una dura lezione per lui, uno di quei giorni in cui un giovane deve capire dove migliorare. Penso che la squadra lo aiuterà a crescere nel modo giusto e mi auguro lo faccia perché è un pilota straordinario. Ha solo bisogno di gestirsi meglio e togliere un po’ di aggressività. Già in Bahrain non era finita bene quando nel contatto con Ham ha avuto la peggio”, ha quindi concluso.

Chiara Rainis