CONDIVIDI
McLaren MCL33 (©McLaren Official)

Le voci delle ultime settimane hanno avuto conferma. La McLaren del 2018 motorizzata per la prima volta nella sua storia Renault, è un richiamo alle origini almeno per quanto riguarda la livrea color arancio papaya mixato al blu elettrico. Dal punto di vista tecnico, la MCL33 è una continuazione della MCL32, nello specifico di quella portata in pista nelle ultime gare del 2017. Tra le novità più importanti, l’Halo e ovviamente l’alloggiamento della power unit, diverso rispetto a quello Honda utilizzato nei 3 precedenti campionati.

Le voci dei piloti

“Il mio inverno è stato più corto del solito in quanto ho effettuato parecchi test e ho corso una 24 Ore. Detto ciò non vedo l’ora di salire sulla F1. Mi sento davvero eccitato e allo stesso in apprensione. Tutti nel team desideriamo che l’auto si comporti secondo le attese”, ha confidato Fernando Alonso. “Sono convinto che se sapremo coniugare gli elementi di forza dello scorso anno, con un propulsore più performante, allora riusciremo ad ottenere risultati”.

“Questo è un momento sempre denso di tensione. Come tutti anch’io sono ansioso di scoprire il livello di una macchina di grande importanza per la squadra”, ha affermato Stoffel Vandoorne. “Il mio augurio è di cominciare da una piattaforma stabile per poi progredire rapidamente e senza intoppi. Sarebbe fantastico avere un pre-stagione liscio. Ci farebbe arrivare in Australia con maggiore ottimismo. Personalmente mi sono allenato sodo, dunque sono pronto a calarmi nell’abitacolo. Ho fiducia nel progetto e questo mi fa sentire rilassato”.

La nuova McLaren effettuerà il suo primo shakedown questo venerdì sul circuito di Barcellona che da lunedì prossimo ospiterà la tranche iniziale del pre-campionato.

Per inciso, la presentazione avvenuta questo venerdì mattina è stata bruciata da alcuni frame apparsi sul web della monoposto ancora in aeroporto.

Chiara Rainis