CONDIVIDI
Daniel Ricciardo (©Getty Images)

Pur consapevole di doversi preoccupare e parecchio di quel cagnaccio che si trova in casa e che porta il nome di Max Verstappen, Daniel Ricciardo non rinuncia all’ottimismo. Reduce da un 2017 che lo ha visto brillare soltanto a Baku, l’australiano guarda alla stagione che sta per partire con i test invernali del Montmelo con estrema positività tanto da ipotizzare una lotta alla pari con il Cavallino e le Frecce d’Argento.

“Credo che nel 2018 si possano battere sia la Ferrari, sia la Mercedes”, ha affermato con fermezza parlando a Motorsport.com il driver Red Bull. “Non ci saranno grandi cambiamenti sul fronte del regolamento tecnico e lo scorso campionato abbiamo migliorato molto la monoposto. Si è trattato di un lavoro svolto nella giusta direzione che sono convinto proseguirà. L’obiettivo, dunque, è essere li a giocarcela il più possibile e più spesso”.

Parlando invece più nello specifico delle sfide che si troverà ad affrontare, Honey Badger ha analizzato: “Sapendo che tra le novità ci saranno due set in più di gomme, ma anche un motore in meno dovrò impormi di essere piuttosto gentile con la power unit! Penso che il pre-campionato sarà utile anche per adattarsi ai nuovi pneumatici, li abbiamo assaggiati nelle prove di Abu Dhabi ed in effetti ci sono delle differenze, ad esempio in ingresso curva come in uscita. Ci sarà da capirli un po’”.

Infine sul duello con Mad Max, che a sorpresa gli ha dato del gran filo da torcere malgrado la scarsa esperienza e i tanti errori di superbia, e sui risultati minimi da ottenere per poter magari ambire ad un 2019 con i colori di Stoccarda, ha considerato:“Mi sono ovviamente posto dei targe tche spero di raggiungere,ma diciamo… generici. Non mi sono imposto di essere sul podio in una tale gara piuttosto che un’altra. Voglio essere preparato al meglio in ogni GP e trarre il massimo possibile”.

Chiara Rainis