CONDIVIDI
Ferrari (©Getty Images)

F1| Red Bull denuncia: “Il DRS Ferrari è illegale”

E pensare che la Ferrari dopo il GP di Monaco occupa soltanto la seconda posizione nella classifica marche con 156 punti contro i 178 della Mercedes, ma ciò nonostante continua a dare fastidio agli altri top team. Prima è stata messa sotto accusa per il fumo emesso dalla SF71-H al momento dell’accensione, poi per gli specchietti retrovisori con le alette montanti sull’Halo, quindi per l’ERS potenziato, per cui ha dovuto addirittura modificare il software motore per renderlo più accessibile ai controlli della FIA che anche in Canada si presenterà nel box del Cavallino per verificare che non ci sia alcun escamotage per recuperare più energia del consentito. Adesso invece è arrivato il turno del DRS.

A fare la spia, questa volta, secondo quanto riportato dai tedeschi di Auto Motor und Sport non più la scuderia di Stoccarda, bensì la Red Bull. In sintesi, secondo Christian Horner & Co. l’ala mobile della Rossa si aprirebbe più dei 6,5 cm consentiti. Vedremo quindi come la questione andrà a finire fra due weekend a Montreal quando anch’essa verrà presa in esame dal direttore di gara Charlie Whiting.

Il caso Monaco

Intanto sul fronte energetico sono arrivate nuove a proposito di quanto accaduto a Daniel Ricciardo durante il GP monegasco da lui vinto. Stando alle informazioni che sono giunte ai tecnici Renault, la MGU-K della RB14 dell’australiano, rallentato ad un certo punto da un calo di potenza, non si sarebbe rotta, bensì non avrebbe funzionato a dovere dal giro 28 a causa di un problema di montaggio. In pratica a far quasi terminare il sogno di Honey Badge sarebbe stato un errore umano.

Per questo motivo, non essendo implicato alcun danno, il motore elettrico dovrebbe essere recuperabile e a Montreal il #3 non dovrebbe subire alcuna penalità. A dare la lieta notizia al talent scout degli austriaci Helmut Marko è stato lo stesso responsabile del reparto sportivo di Viry-Chatillon Cyril Abiteboul.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori