CONDIVIDI
Francesco Cigarini (©Cigarini Instagram)

Tutto ok per il meccanico della Ferrari sottoposto ad intervento chirurgico di riduzione della frattura scomposta di tibia e perone sinistra all’ospedale BDF di Manama nella serata di domenica dopo l’investimento in corsia box da parte dell’incolpevole Kimi Raikkonen nelle fasi centrali del GP poi vinto da Sebastian Vettel.

E’ stato lo stesso Francesco Cigarini a tranquillizzare parenti, amici e sostenitori della Rossa direttamente sulla sua pagina Instagram. “L’operazione è andata bene”, ha scritto corredando le parole con una foto. “Voglio ringraziare tutte le persone che mi hanno chiesto notizie e si sono preoccupati. Solo un grande grazie. Un abbraccio”.

Per quanto concerne l’incidente la Scuderia, al termine della corsa, si è messa subito al lavoro per capire la ragione per cui, in fase di pit stop, il sistema di rilascio della SF71H  aveva dato semaforo verde ad Iceman malgrado non tutte e quattro le ruote fossero avvitate. In questo caso, non solo non era stata fissata bene la posteriore sinistra, ma montava ancora la vecchia soft, mentre le altre tre ruote avevano già le supersoft.

Il malcapitato di turno, membro del “gruppo Sebastian”, si era accorto subito del misfatto e perciò si era sbrigato a segnalare. Tuttavia la reattività del finnico ha vanificato ogni tentativo di stop. E così per il driver di Espoo, fino a quel momento avviato verso un podio quasi certo, è arrivato il ritiro dopo pochi metri considerato che il regolamento vieta di girare con mescole differenti.

Visibilmente indispettito per l’accaduto che gli ha portato via un possibile buon risultato, il campione del mondo 2007, ha inoltre parcheggiato in maniera poco consona la sua vettura, ostruendo il passaggio delle altre auto. Una disattenzione che è costata al team  50.000 di multa per “sosta insicura” e una chiamata davanti ai commissari FIA per dare spiegazioni.

Chiara Rainis