CONDIVIDI
Mercedes (©Getty Images)

Per non uccidere la competizione a mondiale neppure partito, la Mercedes ha deciso di adottare il profilo basso e a pochi giorni dalla grande presentazione proprio nella stessa data della Ferrari, ha rivelato di temere non solo il Cavallino per la lotta iridata, bensì una lunga lista di scuderie.

“Per quanto ci riguarda non stiamo valutando seriamente non solo Maranello o la Red Bull, ma pure la McLaren e la Renault”, ha affermato il boss Toto Wolff a Motorsport.com. “La F1 è il top dell’automobilismo, di conseguenza occorre portare rispetto per tutte le squadre e i piloti. A mio avviso, dunque, saranno questi i nomi da tenere d’occhio, ma altri potrebbero sorprendere. Noi vogliamo restare umili, per cui solo se riusciremo ad allineare i punti come accaduto lo scorso anno, saremo in grado di aggiudicarci le gare e battagliare per il campionato. Altrimenti vorrà dire che non siamo stati bravi abbastanza”.

Al di là del suo discorso democratico, il furbo dirigente austriaco ha poi ammesso di non volersi più trovare nella situazione di inizio 2017 quando la “diva” W08 si è dimostrata poco affidabile a differenza della SF70-H più incisiva e veloce, capace di fare centro al debutto in Australia e salire più volte sul podio.

“Il modo in cui si è comportata la Ferrari nelle prime fasi della stagione scorsa è stato eccezionale. Se si guarda allo step fatto durante l’inverno non si può negare che siano stati i migliori”, ha evidenziato. “Sono quindi contento che si sia riusciti a recuperare. Abbiamo ottenuto il record di 11 successi di corsa contro i 5 della Rossa. Detto ciò, ripeto, dobbiamo tenere i piede per terra. La Scuderia avrebbe potuto vincere molto di più. Anche per questo la inseriamo tra i nostri principali competitor per il 2018, ma non ci dimentichiamo neppure del resto dello schieramento”, la sua conclusione.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori