CONDIVIDI
Fernando Alonso (©Getty Images)

Non c’è giorno in cui Fernando Alonso non faccia parlare di sé. Questa volta però non per azioni da lui compiute, ma per alcune affermazioni di Mark Webber abbastanza discutibili. Nello specifico secondo l’australiano a dirigere la McLaren non sarebbe il nuovo boss generale Zak Brown e neppure il responsabile del muretto Eric Boullier, bensì lo stesso spagnolo. Chiamato a dettare la linea e lasciato libero di esprimere la qualunque via radio.

“La scelta di rinunciare al GP di Monaco a favore della 500 Miglia di Indianapolis è la dimostrazioni che oggi è lui il capo a Woking”. La convinzione dell’ex pilota Red Bull riportata da F1i.com. Poi sul rapporto tra la scuderia e il motorista Honda l’attuale ambasciatore Porsche ha evidenziato il clima di tensione. “La loro collaborazione si sta avvicinando ad un punto critico. Il team non si può più permettere di continuare con questi risultati negativi. I nipponici devono assolutamente alzare il loro livello di performance, altrimenti in McLaren cominceranno a porsi delle domande con la conclusione di un cambio di fornitore, perché si tratta di una squadra che non è nata per arrivare 14esima. Sarà importante quindi trovare una soluzione, onde evitare minacce alla sopravvivenza del gruppo”.

L’invito a Indy

Da sempre molto amico di Alonso Mark Webber ha infine rivelato una proposta. “In occasione del GP del Bahrain, mi ha invitato ad unirmi a lui ad Indianapolis”. Il commento a Crash.net. “Anche se penso che potrei fare bene, non me la sento di provarci. Non sono interessato a correre in America. Ho assoluto rispetto per ragazzi come Scott Dixon, Will Power e Roger Penske, tuttavia è un genere di gare che non mi ha mai entusiasmato. Tanto di cappello a Nando. Comunque credo che la sua decisione sia figlia della frustrazione per le difficoltà che sta vivendo in F1. Sono certo che se fosse in un buon momento non lo avrebbe mai fatto. Sta subendo molta pressione e finora la sua stagione si è dimostrata disastrosa. Dunque auguro a lui il meglio e che possa riuscire negli Stati Uniti”.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori