CONDIVIDI
Manuel Maldonado (©Getty Images)

Sulla scia del cugino Pastor, soprannominato da paddock e tifosi di F1 “Crashtor”, per la sua assidua presenza negli incidenti, causati da lui o da altri, il giovane Manuel Maldonado ha deciso di non essere da meno e di buttarsi nella bagarre più selvaggia senza timore alcuno.

L’ultimo fattaccio è accaduto in Inghilterra, sul circuito di Rockingham, dove il venezuelano era impegnato nel round della Formula 3 britannica. Alla terza gara in programma, forse per assenza di grande azione, il 17enne, al volante della sua Tatuus BRDC preparata dalla Fortec, nel tentativo di effettuare un coraggioso sorpasso all’interno si è gettato a pesce nel gruppo. E attraversando il tracciato in piena velocità ha colpito come birilli due avversari, finiti poi entrambi fuori.

Subito messo sotto inchiesta dai commissari il pilota è stato escluso dalla competizione per “guida pericolosa”. Una punizione che avrebbe fatto gola al buon Pastor, da fine 2015 fuori dal Circus per mancanza di soldi e forse talento malgrado un GP di Spagna vinto nel 2012 con la Williams, protagonista senza soluzione di continuità di episodi del genere.

Per quanto concerne il promettente rampollo, nella memoria di tutti rimane la sua uscita sulle spalle del cugino proprio un’oretta dopo il successo del Montmelo, a causa di un incendio scoppiato nel box di Grove. Il suo curriculum invece ci racconta che concluso il classico percorso nei kart Manuel è passato alla Formula 4 italiana nel 2016 e nell’inverno si è fatto le ossa nell’MRF Challenge indiano, prima di passare alla F3 inglese in cui finora ha ottenuto come miglior risultato un settimo posto in Gara 2 a Oulton Park.

Qui per sotto per i curiosi quanto accaduto lo scorso weekend…

Intanto, giusto per parlare di ex della massima serie, è di queste ore la voce di un possibile ritorno di Timo Glock, uscito di scena a fine 2012, che via Instagram ha annunciato: “Dopo un inizio positivo di 2017 nel DTM, ho ricevuto la chiamata di un team di F1 per una prova sedile. Vi terrò informati su quando disputerò la prima gara. Siamo ancora in fase di trattativa”.