CONDIVIDI
Robert Kubica (©Williams Twitter)

Raggiunta dalle indiscrezioni fatte circolare lunedì pomeriggio da alcuni media, la Williams si è affrettata a smentire. O forse, non essendo ancora arrivato il momento giusto per dare la notizia, ha optato per prendere tempo. In pratica il team di Grove ha rifiutato di dare per vera la voce della mancata convocazione di Robert Kubica a favore di Sergey Sirotkin.

Entrambi fuoriusciti nei mesi scorsi dalla Renault, che ormai ha indirizzato tutte le sue energie verso la coppia Nico Hulkenberg – Carlos Sainz, avevano immediatamente trovato rifugio entrambi nella scuderia britannica. In particolare il polacco, che avrebbe dovuto partecipare con la RS17 alle libere 1 di Kuala Lumpur, aveva chiuso in fretta e furia l’accordo con il gruppo di Enstone-Viry proprio per saltare nell’abitacolo della FW40 con cui, assieme a Paul di Resta, altro candidato al sedile in ottica 2018, ha poi affrontato due importanti test a Silverstone e a Budapest, quest’ultimo assieme ai possibili rookie del Circus.

Seppure si fosse deciso di non diffondere l’esito di queste prove, le sensazioni erano sembrate essere positive, sia da parte del pilota, sia dei tecnici e meccanici. Nello specifico il dt Paddy Lowe aveva espresso parole di elogio nei confronti del driver di Cracovia, da subito in grado di raggiungere la velocità necessaria. A consolidare le speranze sue e dei tifosi c’era stata poi la promozione di Nico Rosberg, iridato di F1 nel 2016, a manager personale, che tra uno sponsor e l’altro aveva promesso un budget di 8 milioni di euro.

Tutto bello, insomma, finché non è arrivato il russo. Unico superstite dell’immenso Paese nella massima serie dopo la cacciata Daniil Kvyat. Apparso particolarmente in forma nei test di Abu Dhabi subito dopo la fine del campionato, e armato di valigia da 10 milioni il 22enne moscovita è schizzato in vetta alla lista dei papabili sostituti di Felipe Massa e adesso per molti il suo passaggio all’equipe dell’Oxfordshire è diventato realtà.

“Ad oggi non abbiamo in programma di fare alcun tipo di annuncio riguardante la futura formazione”, ha confidato un portavoce.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori